Articoli Correlati
Pasta, Pesce, Verdure

Tagliolini salmone, porri e scorzetta di limone

Un altro grande classico della tavola di Natale è il salmone affumicato. Noi siamo soliti comperare un salmone affumicato da 1 kg e poi affettarlo in funzione delle nostre esigenze e dei nostri gusti; succede sempre però che rimangano delle striscioline di salmone con cui preparare delle gustose tagliatelle che io abbino ai porri, aggiungendo un po’ di scorza di limone che conferisce un tocco acidulo e contrasta l’affumicato del salmone.

Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Insalata di fagioli cannellini, gamberi e cipolle di Tropea
15 dicembre 2018
Polpette di pollo al profumo di mandarino
13 dicembre 2018
Lasagne zucca, provolone dolce e pinoli
11 dicembre 2018
Articoli Correlati
Rotolo salmone, spinaci e formaggio fresco
12 dicembre 2018
Bruschetta con salame, stracchino e buccia di arancia
5 dicembre 2018
Peperoni gialli ripieni di ricotta, pomodori secchi e capperi
18 settembre 2018
Antipasti, Pesce, Verdure

Rotolo salmone, spinaci e formaggio fresco

Il menù della Vigilia è sempre complicato: innanzitutto perché si arriva al 24 dicembre di corsa e poi perché la tradizione vuole che la Vigilia ci sia un menù a base di pesce e cucinare il pesce è decisamente più lungo della carne. Il pregio di questo rotolo al salmone è che potete prepararlo il giorno prima, metterlo in frigo e tirarlo fuori qualche ora prima del cenone…..e poi se nel caso in cui dovesse avanzare qualche fetta di rotolo, si conserva tranquillamente un paio di giorni in frigorifero.

Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Polpette di pollo al profumo di mandarino
13 dicembre 2018
Bruschetta con salame, stracchino e buccia di arancia
5 dicembre 2018
Peperoni gialli ripieni di ricotta, pomodori secchi e capperi
18 settembre 2018
Articoli Correlati
Polpette di pollo al profumo di mandarino
13 dicembre 2018
Rotolo salmone, spinaci e formaggio fresco
12 dicembre 2018
Mondeghili
10 dicembre 2018
Antipasti, Carne

Mondeghili

Nonostante non sia una grande amante della carne, queste polpette soffici soffici e saporitissime, tipiche della tradizione meneghina, mi sono piaciute subito. Ve le propongo ora, prima delle feste, perché se vi capita di preparare il brodo per il pranzo di Natale ed il cotechino per l’ultimo dell’anno, saprete come riutilizzare gli avanzi. Diversamente dai classici mondeghili, io non li ho fritti nel burro ed ho aggiunto tanta scorza di limone.

Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Polpette di pollo al profumo di mandarino
13 dicembre 2018
Rotolo salmone, spinaci e formaggio fresco
12 dicembre 2018
Lasagne zucca, provolone dolce e pinoli
11 dicembre 2018
Carne, Frutta

Tacchinella farcita con castagne e pancetta

E se in occasione delle prossime feste doveste avere voglia di cimentarvi nella preparazione del tradizionale tacchino ripieno, provate questa ricetta. Io ho optato per una tacchinella, più piccola e sicuramente “più maneggevole” visto che un tacchino intero non sarebbe entrato nel mio forno dalle dimensioni standard!
Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Polpette di pollo al profumo di mandarino
13 dicembre 2018
Rotolo salmone, spinaci e formaggio fresco
12 dicembre 2018
Lasagne zucca, provolone dolce e pinoli
11 dicembre 2018
Dolci, Frutta

Crostata clementine e nocciole

Se dopo le abbuffate di Natale cercate un dolce diverso dal classico panettone o pandoro, questa crostata alle clementine è la scelta giusta: è un dolce che piace molto perché contiene veramente tanta frutta e perché l’abbinamento insolito nocciole-clementine risulta vincente. Vi giro volentieri la ricetta: è questa la stagione ideale per una crostata di questo genere colorata e piena di vitamine!

Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Polpette di pollo al profumo di mandarino
13 dicembre 2018
Rotolo salmone, spinaci e formaggio fresco
12 dicembre 2018
Lasagne zucca, provolone dolce e pinoli
11 dicembre 2018
Antipasti, Insalate, Pesce

Insalata di finocchi, arance, olive ed acciughe

Questo piatto contiene due ingredienti che sia io che l’Uomo Goloso amiamo moltissimo: le olive e le acciughe. In realtà la ricetta “tradizionale” di questa insalata, per altro molto diffusa al Sud, prevede le olive nere; io l’ho cambiata, modificandola ed adattandola ai nostri gusti, sostituendo le olive nere con quelle taggiasche ma, soprattutto, aggiungendo le acciughe che amiamo moltissimo.

E’ un’insalata fresca, ottima a fine pasto ma deliziosa anche come secondo piatto unico.
Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Polpette di pollo al profumo di mandarino
13 dicembre 2018
Rotolo salmone, spinaci e formaggio fresco
12 dicembre 2018
Lasagne zucca, provolone dolce e pinoli
11 dicembre 2018
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.