Categoria

Minestre e Zuppe

Minestre e Zuppe, Verdure

Vellutata fredda di zucchine, piselli e feta

Vellutata fredda di zucchine, piselli e feta

L’orto mi sta regalando grandissime soddisfazioni…..Io sono per antonomasia un animale urbano, eppure questo piccolo orticello che coltivo con amore da un paio di mesi a questa parte, ha cominciato a produrre a pieno regime le sue prelibatezze che ogni giorno compaiono sulla nostra tavola. E’ il caso di queste zucchine che ho trasformato velocissimamente in una vellutata da servire fredda accompagnata da briciole di feta….Ottima anche come schiscetta estiva!

 

Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
“Insalata” al forno con feta, tahini ed olive taggiasche
17 luglio 2017
Semifreddo di frutti di bosco e meringhe
14 luglio 2017
Spaghetti con astice e pomodorini
12 luglio 2017
Minestre e Zuppe, Pasta, Verdure

Canederli di barbabietola su letto di sedano rapa

Canederli di barbabietola su letto di sedano rapa

E’ proprio vero che non è mai troppo tardi per imparare ad apprezzare i cibi (lo stesso principio vale, a mio avviso, anche applicato alle persone o ai luoghi)….ed io sto imparando ad apprezzare la barbabietola. Recentemente ho comperato della barbabietola sottovuoto e oltre a riproporre il risotto con gorgonzola e barbabietola, ho sperimentato qualche ricetta che vi proporrò nel corso delle prossime settimane tra cui questi canederli rosa delicatissimi ed ancora più delicato è il letto di sedano rapa che li accompagna.

Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Risotto mirtilli e porcini
29 novembre 2016
Crostata di mele e vaniglia
10 novembre 2016
Risotto con zucca, prosciutto di Parma ed uvetta
2 novembre 2016
Cereali e Legumi, Minestre e Zuppe, Pasta, Verdure

Pasta e fagioli

Pasta e fagioli

La nebbia agli irti colli piovigginando sale….Ebbene, personalmente penso che questo mese di ottobre ormai agli sgoccioli assomigli molto più ad un mese di novembre, con giornate grigie, caratterizzate da una nebbiolina che mi ricorda tanto quella evocata da Giuseppe Ungaretti…Ed è proprio in una giornata come queste che una pasta e fagioli preparata come si deve riesce a dare un senso a tutto il grigiore che ci circonda…..Buona giornata!

 

Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
“Insalata” al forno con feta, tahini ed olive taggiasche
17 luglio 2017
Semifreddo di frutti di bosco e meringhe
14 luglio 2017
Spaghetti con astice e pomodorini
12 luglio 2017
Cereali e Legumi, Minestre e Zuppe

Vellutata castagne e lenticchie

Vellutata castagne e lenticchie

Con l’arrivo dei primi freddi, ritorna la voglia di zuppe e di vellutate….di comfort food che fanno bene alla salute ma anche al morale……ho voluto recentemente provare  questa crema di castagne e lenticchie decorticate che fa tanto autunno e riscalda queste prime giornate di grigio!

 

Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Risotto mirtilli e porcini
29 novembre 2016
Canederli di barbabietola su letto di sedano rapa
14 novembre 2016
Crostata di mele e vaniglia
10 novembre 2016
Carne, Cereali e Legumi, Minestre e Zuppe, Pasta, Verdure

Fregola risottata con salsiccia e fave

Fregola risottata con salsiccia e fave

Mi è sempre piaciuta molto la fregola; trovo che sia un alimento versatile proprio come il couscous, un alimento che puoi preparare sotto forma di minestra oppure asciutto come una pasta. Qualche settimana fa insieme all’Uomo Goloso abbiamo voluto provare questa ricetta che avevamo visto in televisione cucinata dal nostro idolo, il mitico Giorgione…..che dirvi se non che è era buonissima e ci ha soddisfatti pienamente…..da rifare al più presto!

Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Tagliatelle ragù bianco e zucca
24 gennaio 2017
Tacchinella farcita con castagne e pancetta
10 gennaio 2017
Chili con carne
18 novembre 2016
Minestre e Zuppe

Bisque di gamberetti con lenticchie e tofu


Mi sono lasciata alle spalle un fine settimana di puro relax: sabato sono riuscita a fare un bel massaggio (era una vita che non facevo un massaggio), ho fatto un po’ di shopping, mentre domenica, nonostante non fosse una bellissima giornata, ci siamo dedicati al giardinaggio. La stagione è decisamente in anticipo: la camelia giapponese è lì lì per sbocciare, così come la magnolia stellata. Le violette selvatiche hanno invaso il nostro piccolo giardino, ed il loro viola spicca in mezzo ai tanti colori delle primule, i fiori preferiti dell’Uomo Goloso. 



Amo molto questo periodo dell’anno, l’inizio della primavera, più che la primavera stessa. Amo osservare la natura che si risveglia (quest’anno ad onor del vero non è mai andata in letargo…..), le giornate che si allungano improvvisamente e le ombre che la luce proietta sulle cose e sulle persone. E poi quando esco dal lavoro fa ancora giorno e mi illudo che l’estate sia vicina…….Oggi vi lascio una ricetta che ho preso da un numero de La Cucina Italiana, io l’ho rivista leggermente, cercando di ammorbidire il lato troppo invadente del curry. A me è piaciuta ma l’Uomo Goloso l’ha apprezzata ancora più di me, tanto da finirla!
Per la bisque150 gr di gamberetti300 ml di acqua50 gr di soffritto (cipolla, sedano, carota)1 cucchiaino di curry dolce2 cucchiai colmi di latte di cocco per la cucina2 cucchiai di panna da cucina vegetale1 cucchiaio di salsa di soiasale q.b.100 gr di tofu 120 gr di lenticchie lessate
In una pentola, rosolate il soffritto con un po’ di olio, poi aggiungete i gamberetti ed il curry e fate insaporire il tutto per un paio di minuti. Coprite con 300 ml di acqua e proseguite la cottura per altri 15 minuti. Frullate il tutto con un frullatore ad immersione, unite la panna ed il latte di cocco e continuate la cottura per altri 5 minuti. Tagliate il tofu a dadini e saltateli in padella per un paio di minuti con un filo di olio aggiungendo alla fine la salsa di soia. Nello stesso fondo di cottura insaporite le lenticchie che avrete precedentemente lessato. In una ciotola versate la bisque, unite i dadini di tofu e le lenticchie saltate. Se vi piacciono i gusti ancora più decisi allora potete anche aggiungere dell’altro curry.



Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Vellutata detox di carote e mandorle
18 gennaio 2011
Minestre e Zuppe

Vellutata carote, porri e latte di cocco



Ho cercato su Internet e nelle librerie i classici della letteratura mondiale per bambini. Personalmente non ho trovato nulla che mi soddisfacesse appieno. Le edizioni proposte sono sempre troppo complicate per bambini di 6 anni e necessitano la presenza di un adulto per leggere la storia, oltre a presentare un numero di pagine considerevole che rende difficile avanzare nella lettura dello stesso. Ho provato con questa edizione de L’isola del tesoro, un libro che mi è sempre piaciuto tanto e che sto cercando leggere alla Nanetta….





…….ma come potete vedere voi stessi le dimensioni del libro sono ragguardevoli e noi siamo ancora ben lontane dalla fine……..E’ bello comunque dopo oltre 30 anni essere di nuovi catapultati nelle avventure di Jim e dei suoi compagni alla scoperta del tesoro dei Pirati più bello di tutti i tempi! Devo dire che tra le due quella più appassionata alla storia sono senz’altro io!Ed ora vi suggerisco la ricetta di questa vellutata veramente “morbida” e “cremosa” grazie all’aggiunta del latte di cocco.

Buon weekend!

1 porro grande
5 carote di medie dimensioni
2 patate di medie dimensioni
1 zucchina piccola
2 cucchiai di latte di cocco per cucina
sale grosso q.b.


Tagliare il porro in grosse rondelle, fare la stessa operazione per le carote e le zucchine, mentre le patate saranno tagliate a cubotti. Mettere le verdure in una pentola (io uso la solita pentola a pressione) ed aggiungete l’acqua che non dovrà ricoprire completamente le verdure, versate anche il sale grosso. Lasciatele cuocere per 35 minuti circa, io, con la pentola a pressione, ho impiegato 7 minuti cronometrati.  Poi lasciatele raffreddare un pochino, immergete il frullatore. Aggiungete il latte di cocco e frullate nuovamente. Questa vellutata è ottima calda ma è buon anche gustata a temperatura ambiente.
Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Polpette di verza con cuore fondente di provolone molisano
7 marzo 2017
Insalata finocchi, pere e pecorino
2 marzo 2017
Pasta broccolo fiolaro e pepita del Piave
27 febbraio 2017
Minestre e Zuppe

Minestra di ceci, patate e porcini


Quello appena trascorso è stato un weekend dalle tinte grigie e non mi riferisco solo al grigio della nebbia che ha avvolto tutto intorno a Milano…..chi mi segue da un po’, conosce bene il mio attaccamento per la Francia: ho vissuto molti anni in Francia ed alcune fra le persone  alle quali sono più attaccata vivono lì, a Parigi. Sabato mattina nell’alzarmi e nell’apprendere con sgomento la notizia degli attentanti a Parigi la mia prima reazione è stata quella di scoppiare in lacrime: un pianto a dirotto, con i singhiozzi che ha lasciato però ben presto il posto all’inquietudine….staranno tutti bene? 




Ed allora è cominciato il giro di telefonate, di messaggi su whatapp e sui social network: è iniziato l’appello per capire se qualcuno dei miei amici fosse rimasto coinvolto negli attentati. Ho potuto tirare un sospiro di sollievo nell’apprendere che stavano tutti bene, sotto choc ma bene…….ma è rimasto un dolore profondo, persistente, un’enorme tristezza che mi ha accompagnato per tutto il weekend e che vi sto descrivendo in questo momento. Mi sono astenuta e mi astengo dal fare commenti pubblici su come questa drammatica situazione potrebbe essere risolta…….non lo so…. credo però fermamente nel dialogo e nella capacità di trovare soluzione anche i problemi apparentemente più difficili che gli uomini hanno dimostrato nel corso dei secoli……Oggi vi propongo una minestra comfort food che mi sono preparata nel fine settimana per riscaldarmi dalla sensazione di freddo interiore che non mi ha mollato un attimo.Buona settimana…….
Ingredienti per 4 persone150 gr di ceci secchi2 patate grosse150 gr porcini freschi tagliati a cubettiSoffritto q.b.Sale q.b.
Prezzemolo q.b.
Mettete ammollo i ceci secchi per 18-24 ore, poi cuoceteli in pentola a pressione per 15 minuti circa: i ceci dovranno risultare ancora duretti. Sbollentate appena le patate:  in una pentola con dell’olio, fate soffriggere il sedano, la cipolla e la carota. Aggiungete poi i ceci e le patate tagliate a cubetti, fatele andare per 15-20 minuti circa. Unite poi i funghi porcini freschi anche questi tagliati a cubetti. Continuate la cottura per altri 5 minuti. In ultimo versate il prezzemolo sminuzzato. Aggiustate di sale e pepe. Versate in una scodella con un filo olio e mangiate caldo.
Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Risotto mirtilli e porcini
29 novembre 2016
Canederli di barbabietola su letto di sedano rapa
14 novembre 2016
Crostata di mele e vaniglia
10 novembre 2016
Minestre e Zuppe

Vellutata di castagne e zucca




Ho ricevuto la settimana scorsa “Chi l’ha mangiato?”, un nuovo libro illustrato edito da Editoriale Scienza che ho immediatamente condiviso con la Nanetta, anche se in realtà questo libro è destinato ai bambini dai 2 anni in su. 

Il libro illustra in modo giocoso una “lezione di ecologia” attraverso il semplice gioco del c’è e non c’è più: grazie alle numerose alette da sollevare, i bambini apprendono che si può giocare a nascondino con il cibo e scoprono che a volte agli animali piacciono gli stessi alimenti che amiamo noi proprio perché la  natura riesce a nutrire tutti.
Chi ha mangiato le uova?……sfogliando le pagine del libro, alla fine i piccoli lettori capiranno che si tratta proprio della volpe……oppure chi ha divorato l’insalata? Tutto questo con l’obiettivo di dimostrare che gli animali sono golosi quanto noi!






E se state già pensando ai regali di Natale sappiate che dal 3 ottobre al 2 novembre Editoriale Scienza ha lanciato una promozione dal titolo  “La scienza è servita” che prevede lo sconto del 20% su tutti i loro libri….un’ottima occasione per fare dei regali interessanti per i vs cuccioli!


400 gr di zucca tagliata a dadini
200 gr di castagne bollite
1 patata grande tagliata a dadini
latte di soia q.b.
soffritto q.b.
40 gr di pancetta a cubetti
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.
2 cucchiai di parmigiano grattugiato

In una pentola versate un filo di olio, fate soffriggere le verdurine, poi aggiungete la zucca, le patate e le castagne: ricoprite di acqua le verdure e cuocete. Ora se avete una pentola a pressione con 10 minuti di cottura ve la cavate; se invece disponete di una tradizionale pentola la cottura sarà circa di 30 minuti. A fine cottura frullate il tutto, se la vellutata risulta troppo densa aggiungete un pochino di latte di soia. Aggiustate di sale e di pepe. Nel frattempo fate cuocere in una padellino i cubetti di pancetta sino a quando non saranno diventati croccanti. Versate nelle ciotole la quantità di vellutata desiderata, aggiungete le briciole di pancetta, il parmigiano a piacere e mangiate calda.
2 Commenti golosi
Articoli Correlati
Risotto mirtilli e porcini
29 novembre 2016
Canederli di barbabietola su letto di sedano rapa
14 novembre 2016
Crostata di mele e vaniglia
10 novembre 2016
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.