Archivio Mensile

aprile 2012

Carne

Hamburger di spinaci e carne


Sapete che non impazzisco per la carne ma che ogni tanto mi tocca mangiarla e darla da mangiare anche alla Nanetta. Questa volta però ho optato per un compromesso: ho preparato degli hamburger con gli spinaci così al tempo stesso ho mangiato la carne e la verdura. Provateli anche voi, le patate e gli spinaci conferiscono all’impasto quella morbidezza che la carne da sola non avrebbe…..e poi sono anche molto saporiti perché il parmigiano lega benissimo!Buon ponte a chi parte e a chi resta….quanto a me, io da ieri sono a Roma: aria di casa, era ora! Dopo quasi un anno che non scendevo nella Capitale ;-)))))! 

Ingredienti400 gr di carne di manzo macinata150 gr di spinaci freschi se possibile100 gr di patate30 gr di parmigiano grattato (4 cucchiai circa)Sale q.b.Olio q.b. Lavate, sbucciate e lessate le patate. Fate la stessa cosa con gli spinaci; strizzateli bene prima di frullarli. Passate le patate con lo schiacciapatate. In un’insalatiera mettete insieme la carne macinata, le patate, gli spinaci ed il parmigiano: mescolate bene il tutto, aggiustate di sale.
Ricavate dall’impasto dei piccoli hamburger: a questo punto potete cuocerli in padella con un filo di olio, oppure disporli su di una pirofila sempre con un goccio di olio, metterli in forno coprendoli, a 200° per una mezz’ora. Se scegliete di metterli in forno, fate attenzione a che non si asciughino troppo, potete aggiungere un cucchiaio di brodo vegetale se necessario.

Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Insalata di barbabietola, patate e pancetta
14 aprile 2017
Riso alla cantonese
14 aprile 2017
Spaghetti alla chitarra con ragù di lampuga
27 marzo 2017
Riso

Risotto carciofi, piselli ed uovo


Oggi ricetta di stagione con prodotti comperati al mercato: per i piselli dell’orto bisognerà aspettare almeno la metà di maggio, mentre  i carciofi, quelli purtroppo all’orto non ci sono…..e non penso neppure di riuscire a convincere mio suocero a piantarli ;-))))
La ricetta di oggi prende spunto da un piatto che mi preparava sempre mia nonna quando ero piccola: il riso con l’uovo. Ora premesso che la mia nonna paterna, oltre all’orto, aveva un pollaio di tutto rispetto e poteva contare ogni giorno su uova freschissime, quando era un po’ di fretta, mi sbatteva un uovo nel piatto con del parmigiano ed un pizzico di sale, poi faceva semplicemente bollire il riso, lo scolava e lo gettava nel piatto: l’uovo si cuoceva con il calore del risotto e ne risultava un riso buonissimo, che mi ricorda tanti bei momenti del passato. Io ho voluto replicare lo stesso procedimento, aggiungendoci però le verdure di stagione: il risultato è un risotto atipico, che non ha quella cremosità dei risotti mantecati, ma che assomiglia quasi ad un’insalata di riso più croccante.


Ingredienti220 gr di riso carnaroli1-2  carciofi (io ne ho messi due perché li adoro)130 gr di piselli sgusciati2 tuorli d’uovoOlio evo q.b.Parmigiano grattugiato q.b.Sale e pepe q.b.Ripulite dalle foglie esterne, più dure, i carciofi, strofinateli con il limone e metteteli in una bacinella con dell’acqua e del succo di limone per evitare che anneriscano. Poi asciugateli e tagliateli a pezzi. In una padella fate scaldare un poco di olio, versate i carciofi a pezzi, cuocete per una decina di minuti, poi unite i piselli e continuate la cottura sino a quando i piselli non diventino teneri, aggiustate di sale e pepe.
Bollite il riso, nel frattempo preparate sbattete i due tuorli d’uovo. Scolate il riso, versatelo nella padella con i carciofi ed i piselli contemporaneamente ai tuorli d’uovo, tenendo acceso il fuoco : mescolate bene il tutto, versate una generosa manciata di parmigiano e di pepe e portate in tavola.
1 Commento goloso
Articoli Correlati
Insalata di barbabietola, patate e pancetta
14 aprile 2017
Riso alla cantonese
14 aprile 2017
Spaghetti alla chitarra con ragù di lampuga
27 marzo 2017
Dolci

Marmellata di mirtilli e scorze di limone


E’ la prima volta da quando ho aperto il mio blog che vi propongo una ricetta con dei prodotti che non sono di stagione e devo confessare che mi capita raramente di comperare frutta o verdura  che siano completamente fuori stagione. E’ successo però che l’ultima volta che sono andata dal fruttivendolo, ho visto delle cassettine di mirtilli provenienti dal Cile,  me ne sono innamorata ed ho deciso di farli miei. Una volta arrivata a casa, una parte è stata divorata con opportuno accompagnamento di panna  montata, mentre un’altra parte è stata trasformata in una marmellata che ci accompagna nella nostra prima colazione. Qualche tempo fa avevamo assaggiato un marmellata di mirtilli deliziosa perché aveva delle scorze di limone: visto che sul mio alberello di limone sono rimasti attaccati ancora 5 limoni, mi sono detta che forse li potevo utilizzare per questa giusta causa.
Se non volete rifare la ricetta immediatamente, mettetela da parte, la utilizzerete quando arriverà la stagione dei mirtilli.

Ingredienti1 kg di mirtilli1 busta di Fruttapec 1:3Le scorze di 2 limoni bio300 gr di zuccheroLavate i mirtilli. Private i limoni delle scorze. A parte mescolate lo zucchero e Fruttapec 1:3 ed aggiungetelo poi ai  mirtilli ed alle scorze di limone. Cuocete a fuoco medio mescolando, quando comincia a bollire, alzate la fiamma e sempre continuando a mescolare, lasciate cuocere ancora per altri 3-5 minuti. Versate nei barattoli. Chiudete, rovesciate i barattoli e riponete in cantina.
1 Commento goloso
Articoli Correlati
Insalata di barbabietola, patate e pancetta
14 aprile 2017
Riso alla cantonese
14 aprile 2017
Spaghetti alla chitarra con ragù di lampuga
27 marzo 2017
Cake e Torte Salate

Cake piselli, pancetta e parmigiano


I piselli: croce e delizia…..delizia perché li adoro e croce perché invece la Nanetta proprio non li può sopportare! Con l’arrivo dei primi piselli (non quelli dell’orto ahimé, per quelli bisognerà ancora aspettare un belo po’ di tempo!) è incominciata la mia sfida personale nel tentativo di far mangiare alla Nanetta ‘sti benedetti piselli . Con questo cake mi è andata piuttosto bene perché lei, golosa di parmigiano e pancetta, si è lasciata distrarre da questi due ingredienti e si è convinta a mangiare il cake! Ho vinto una battaglia…..ma la guerra ancora no…..appuntamento alla prossima ricetta a base di piselli, nell’attesa dilettatevi con questa ricetta!

Ingredienti100 gr di piselli freschi100 gr di pancetta dolce a dadini1 scalogno200 gr di farina5 cl di olio evo 1 sacchetto di lievito per salati3 uova10 cl di latte ½ cucchiaino di cuminoSale e pepe q.b.Cuocere i piselli in una casseruola con un filo di olio e lo scalogno tagliato finemente. In un padellino far dorare la pancetta. In un’insalatiera mescolare la farina ed il lievito, scavare una buca e versare le uova, poi l’olio ed il latte, impastando bene. Aggiungere il parmigiano, i piselli, la pancetta ed il cumino. Aggiustare di sale e pepe. Versare il composto in una forma per cake; infornare a 160° per 45 minuti circa. Lasciar raffreddare prima di mangiare.

1 Commento goloso
Articoli Correlati
Insalata di barbabietola, patate e pancetta
14 aprile 2017
Riso alla cantonese
14 aprile 2017
Spaghetti alla chitarra con ragù di lampuga
27 marzo 2017
Libri

KidsroomZOOM! 2: il Fuori Salone dedicato ai bambini!

Credits: kidsromZOOM!
Dopo il successo dello scorso anno, torna  a Milano, in occasione della settimana del design,  la seconda edizione di kidsroomZOOM! l’unico evento del Fuori Salone dedicato ai bambini.  L’evento si presenta in una nuova location, un singolare appartamento progettato alla fine degli anni ’70 in via Mellerio 1 dove verrà allestita la casa perfetta per il bambino, in cui giocare e crescere, imparare con oggetti e giocattoli che possano aiutarlo nella crescita. Per progettare un design intelligente per i bambini è fondamentale conoscere i processi evolutivi dei più piccoli e kidsroomZOOM! 2 mette in mostra progetti che rivelano soluzioni innovative e che utilizzano materiali studiati appositamente per stimolare la creatività e l’autonomia dei più piccoli: tutto questo per accompagnarli nelle tappe fondamentali della loro crescita, giocando, imparando e  diventando grandi nello stesso tempo.
La scrivania-forezza: credits bykidsromZOOM!La sede di unduetrestella, realtà italiana unica nel suo genere che progetta e realizza oggetti e installazioni d’arte contemporanea per le camere dei bambini in via GB Vico, sarà trasformata in una vera e propria cucina: saranno ospitati tra gli altri le sedute CCC della designer olandese Maartje Steenkamp, l’installazione di “carta” dell’artista Samuele Menin e i misteriosi “strofinacci” di Ligne Noire.

Credits: kidsromZOOM!Durante la settimana del FUORISALONE kidsroomZOOM! ospiterà, inoltre, una serie di laboratori, workshop e atelier dedicati a bambini ed adulti tenuti da designer e artisti.  Mercoledi 18 aprile la cucina di kidsroomzoom ospita la chef Maria Castellano autrice del ricettario “Mamma, adesso cucino io!”, per imparare a cucinare semplici e gustose ricette insieme a mamma e papà. Giovedi 19 aprile Rihards Funs e Zane Homka dello Studio Rijada presentano “Blind copy” un workshop dove imparare a vedere con le mani in collaborazione con Faber-Castell. Venerdi 20 aprile Barbara Barbantini, fashion designer di Puella, presenta un workshop di serigrafia: i bambini e le mamme sono invitati a portare una maglietta, una borsa di tela o la federa di un cuscino per stamparli in diretta con la tecnica serigrafica. Sabato 21 aprile alla mattina l’illustratore Alessandro Sanna disegnerà insieme ai bambini e nel pomeriggio Electa e unduetrestella organizzano una merenda creativa con i bambini durante la presentazione di Pascale Estellon, Il mio primo libro dei colori, della nuova collana Electakids.
Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Alberello di Natale al profumo di spezie
19 dicembre 2016
Fiori di zucca con ripieno di ricotta e maggiorana
23 settembre 2016
Colomba di Pasqua
25 marzo 2016
Dolci

Biscottini alla vaniglia


Come far passare il tempo ad una bimba di 2 anni e mezzo quando si è bloccati in casa a causa di un tempo terribile? Semplice! La si fa pasticciare in cucina!
Non so da voi, ma da noi il weekend è stato terrificante, con la pioggia ed il vento che hanno flagellato il mio mini giardino in fiore; ma mentre sabato la giornata è passata velocemente perché mi sono portata dietro la Nanetta che ha fatto le commissioni insieme a me ed è diventata presto il terrore del centro di assistenza Sky avendolo scambiato per una sala giochi 😉 per la giornata di domenica, uggiosa e grigia come quelle di novembre, urgevano soluzioni divertenti per far trascorrere le ore ed allora tutti in cucina ad esplorare ed elaborare. Questi biscottini alla vaniglia si sono prestati particolarmente bene ad essere manipolati dalla Nanetta che con piglio energico ha afferrato il sac à poche ed ha cercato di dare forma al composto…..le foto che vedete sono il risultato del suo e del mio impegno….non male vero?
L’unico problema è che dopo averli fatti, non li ha voluti mangiare perché per lei erano dei giocattoli e non la finiva più di spostarli da un piattino all’altro J, peccato perché erano veramente buoni! 
Ingredienti per 30 biscotti circa180 gr di burro morbido50 gr di zucchero175 gr di farina50 gr di MaizenaQualche goccia di estratto di vanigliaDecorazioni in zucchero o in cioccolata (io ho usato degli Smarties che avevo in casa e che erano nella calza della Befana della Nanetta……questo per dirvi come la mia bimba non è una grande amante del cioccolato al latte)Mettete il burro e l’estratto di vaniglia in un’insalatiera ed aggiungete lo zucchero setacciato : mescolate bene gli ingredienti. Unite poco a poco la farina e la Maizena: anche questi due ingredienti dovranno essere setacciati. Mettete il composto in un sac à poche e date la forma che volete ai vostri biscottini. Infornate a 190° per 10-15 minuti facendo attenzione a non far bruciare i biscotti. Non appena li tirate fuori dal forno, decorateli con lo zucchero oppure con la cioccolata. Lasciateli raffreddare prima di mangiarli…..
Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Cake con mandarini canditi e gocce di cioccolata fondente
27 dicembre 2016
Alberello di Natale al profumo di spezie
19 dicembre 2016
Torta castagne e cioccolato
5 dicembre 2016
Dolci

Crostata di ricotta con ripieno di amarene candite


Nel mese di luglio 2011 vi avevo suggerito la ricetta per la preparazione delle amarene candite che avevo provato a fare in casa : dopo 8 mesi in cui le mie amarene hanno riposato in un vaso di vetro in cantina,  le ho filtrate e travasate, ma visto che è ancora troppo presto per utilizzarle sul gelato, ho pensato di adoperarle come ripieno goloso per questa crostata morbidona. 





Per la base60 gr di farina di nocciole120 gr di farina 00100 gr di zucchero100 gr di burro5 gr di lievito per dolci2 tuorli d’uova
Per il ripieno200 gr di amarene candite350 gr di ricotta di mucca60 gr di zucchero4 chiare montate a neve 1 pizzico di saleLa scorza di un limone bio
Ammorbidite il burro, lavoratelo bene con lo zucchero, unite le farine, il pizzico di lievito e di sale: formate una palla che avvolgerete nella pellicola e lascerete riposare in frigorifero per un paio d’ore.Nel frattempo, private le amarene del nocciolo. Lavorate bene la ricotta con lo zucchero, aggiungete la scorsa di limone. Montate le chiare a neve, aggiungendo un pizzico di sale : incorporate dolcemente le chiare alla ricotta con movimenti dal basso verso l’alto. Togliete l’impasto dal frigorifero, stendetelo in una tortiera. Passatelo in forno a 170° per dieci minuti. Tiratelo fuori dal forno, lasciatelo intiepidire. Versate le amarene sulla base e ricoprite il tutto con la ricotta: mettete nuovamente in forno a 170° per altri 20 minuti. Lasciate raffreddare prima di degustare la vostra crostata golosa.
4 Commenti golosi
Articoli Correlati
Cake con mandarini canditi e gocce di cioccolata fondente
27 dicembre 2016
Alberello di Natale al profumo di spezie
19 dicembre 2016
Torta castagne e cioccolato
5 dicembre 2016
Libri

Cuochi col sale in zucca: un quaderno veramente goloso!



E’ vero che questo delizioso quadernetto è uscito già da un po’, ma mi è capitato tra le mani solo qualche settimana fa e devo confessare che l’ho trovato proprio carino e decisamente ben fatto. Si tratta di un piccolo gustoso manuale per assaporare il mondo dei cibi e scoprire i trucchi della cucina, dotato anche di  grembiulino che permetterà ai vostri bambini di diventare subito piccoli cuochi.Mi è piaciuto l’approccio giocoso, ma al tempo stesso didattico, al tema della cucina. Cucinare vuol dire realizzare un progetto, condividere e prendere decisioni insieme, ma significa anche conoscere i cicli delle stagioni, scoprire altre culture, usare i cinque sensi, curiosando tra profumi e colori, accostando nuovi sapori, creando un piatto bello da guardare e buono da mangiare: sono questi semplici concetti che cerco di trasmettere a mia figlia ogni volta che ci mettiamo insieme dietro i fornelli. E poi la cucina è una sorta di caverna di Ali Babà, un posto dove l’alchimia e la magia si incontrano e si fondono.Mi è piaciuto questo quaderno perché, pur non contenendo chissà quali ricette, aiuta i bambini e fornisce a noi genitori gli strumenti per approcciare i temi dell’alimentazione. La cucina è innanzitutto un posto pulito dove lavorare, leggere le ricette, sperimentare con tutti e cinque i sensi, un luogo in cui il cibo si trasforma, da freddo a caldo, da dolce a salato, e si conserva. E poi ancora viene spiegata l’importanza della prima colazione e della merenda, della stagionalità dei prodotti da consumare e delle buone maniera da impiegare soprattutto a tavola. Allora non mi resta che augurarvi buona lettura!
Lascia un commento goloso
Verdure

Barchette vintage di patate e gamberi


Qualche settimana fa vi ho proposto la ricetta vintage delle lasagne con crema di funghi : vintage perché si trattava di una ricetta che mia mamma ci proponeva spesso quando eravamo bambine…oggi ecco un’altra ricetta vintage sempre della mamma e sempre con un sapore d’infanzia. In effetti si tratta di semplici patate al forno ripiene di gamberetti schiacciati che rappresentano una soluzione golosa ed astuta per far mangiare il pesce ai bambini in maniera diversa.

Ingredienti per 3 persone
3 patate di media grandezza150 gr di gamberetti½ bicchiere di latte50 gr di burro20 gr di parmigiano grattato1 cucchiaio di passata di pomodoroNoce moscata q.b.Sale Mettete le patate in una casseruola con l’acqua fredda e fatele bollire. Una volta cotte, sbucciatele, tagliatele nel senso della lunghezza e svuotatele. In una piccola casseruola versate il latte, metà del burro ed il dentro delle patate: mescolate il tutto sino ad ottenere una purea. Aggiustate di sale e grattugiate un pochino di noce moscata.  Sbollentate i gamberetti, scolateli, sminuzzateli e poi versateli nella casseruola con la purea di patate : aggiungete la passata di pomodoro ed il parmigiano grattugiato, amalgamate bene il tutto. Con il composto riempite le barchette di patate : anche se il composto fuoriesce un po’ non è grave…..fondete la restante parte del burro e versatela sopra le patate. Passatele in forno a 170° per una decina di minuti: prima di mangiare lasciatele intiepidire.



2 Commenti golosi
Articoli Correlati
Frittelle di piselli, pecorino e menta
17 febbraio 2017
Risotto castagne, porcini e pancetta croccante
17 gennaio 2017
Tagliolini al salmone con porri e scorza di limone
2 gennaio 2017
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.