Etichetta

Agenda

Libri

Un Orto? Si ma chic, please!



Vi segnalo questa iniziativa che potete annotare in agenda per il prossimo weekend se vivete a Milano o dintorni. Ortochic è una mostra-evento che si svolgerà da venerdì 22 a domenica 24 marzo  nei Chiostri quattrocenteschi della Società Umanitaria, a Milano (Via San Barnaba 38): la manifestazione intende proporre l’orto di città, nuova tendenza di costume e salutare stile di vita,  portatore di benessere fisico e psichico. L’obiettivo è quello di coinvolgere e stimolare chi abita in città a coltivare ortaggi, erbe e fiori da portare in tavola con un occhio di riguardo all’aspetto più estetico e decorativo. L’iniziativa vede il cittadino come soggetto interattivo che vive in modo diverso lo spazio esterno, sia quello personale che quello della comunità.Ad arricchire questo evento, sabato 23 marzo all’interno dei chiostri, si svolgerà in contemporanea anche Il mercato di specialità a km zero Popogusto.Ma Ortochic darà soprattutto la possibilità ai visitatori di vivere attivamente le molteplici esperienze dell’orto con una serie di workshop e laboratori creativi: da come creare un orto sul balcone, alla realizzazione di capi d’abbigliamento con coloranti derivati dagli ortaggi, da percorsi sensoriali per i più piccoli a dimostrazioni di cake design a tema al trucco floreale.

Per i più piccoli, soprattutto, ci saranno laboratori per realizzare animali di frutta oppure bijoux; i nostri cuccioli potranno far galoppare la loro fantasia creando un vaso tutto loro oppure disegnando il loro orto ideale. I piccoli cuochi si potranno,inoltre, cimentare in un minicorso di cake design per bimbi dal nome “Biscotti di margherite” mentre i giardinieri in erba parteciperanno a Petal People, lettura animata sul mondo dei fiori.Ortochic è stato concepito e realizzato da  tre donne, esperte di comunicazione e non solo : Chiara Besana, giornalista di costume; Daniela Di Matteo,  esperta di fiori e piante, nonché blogger verde e Francesca Lovatelli Caetani, trend setter ed esperta di moda e tendenze. Unendo le loro qualità, queste tre Green Girls, hanno dato vita ad un evento unico e particolare, aperto a tutti coloro che amano la bellezza, il verde e sono attenti alla qualità della propria vita.
E se proprio non riuscite ad visitare Ortochic il prossimo weekend, sappiate che l’edizione autunnale è fissata per ottobre 2013 ;-))))
Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
In giro per….radici
29 ottobre 2012
“CuocheOltre” la Sclerosi Multipla
17 settembre 2012
Seminare il futuro e Celià: due eventi kids friendly!
12 ottobre 2011
Libri

In giro per….radici


 Abbiamo sfidato il maltempo ma, soprattutto, le temperature improvvisamente rigide; abbiamo preso la macchina e siamo partiti per gustare queste famose radici che da 40 anni sono le protagoniste assolute della Sagra delle Radici che si svolge a Soncino la quarta domenica di ottobre.   
Ma cosa sono queste radici amare?
 
Dalla forma simile ad una carota, le radici di Soncino appartengono alla famiglia delle Composite, di cui fanno parte anche altri tipi di insalate. Vengono raccolte in questo periodo per giungere sulle tavole dei buongustai di tutta Italia e d’Europa.
 
Ho appreso che queste radici si consumano come una verdurama fanno bene come una medicina: sono, infatti, un depurativo eccezionale contenente inulina, che produce benefici effetti sull’intestino e sul sangue. Le radici, oltre ad essere un buon contorno ricco di vitamine, attraverso la funzione clorofilliana delle foglie, producono una miscela di glucosio, fruttosio e saccarosio.
E poi si possono gustare in mille modi diversi. Ho visto delle radici sott’olio, una marmellata di radici, una grappa di radici, del vino dolce alle radici e, addirittura, un miele di radici o un caffè di radici che, manco a dirlo, è molto apprezzato dai nostri cugini d’Oltralpe……
La ricetta classica delle  radici lessateprevede che si raschino e si taglino a pezzetti o rotelline, si fanno cuocere, per circa 15 minuti, in acqua bollente con un po’ di aceto e sale. Vanno scolate e condite con un po’ di olio e limone; si può aggiungere, a piacere, del prezzemolo o dell’aglio tritato.
Ma sono deliziose anche gratinate oppure in camicia, insomma sono buone e fanno bene….cosa volere di più!

Vi lascio qualche foto della mia giornata di ieri. 
 
E alla sagra delle radici abbiamo potuto apprezzare e gustare altre specialità locali: salami e cotechini nostrani ma, inaspettatamente, anche kiwi rigorosamente bio che mi sono affrettata a comperare….bella giornata in un borgo di rara bellezza dove torneremo sicuramente visto che la pioggia di ieri non ci ha consentito di girare molto.
Buona settimana corta a voi :-))))
Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Un Orto? Si ma chic, please!
20 marzo 2013
“CuocheOltre” la Sclerosi Multipla
17 settembre 2012
Seminare il futuro e Celià: due eventi kids friendly!
12 ottobre 2011
Libri

“CuocheOltre” la Sclerosi Multipla



Inizio la settimana con una comunicazione di servizio che mi sta particolarmente a cuore…..Cronica, imprevedibile ed invalidante la sclerosi multipla è una delle più gravi malattie del sistema nervoso centrale: si manifesta per lo più tra i 20 ed i 30 anni ed in Italia ogni quattro ore viene effettuata una diagnosi di SM. 65.000 i casi, di questi la maggior parte sono donne, in un rapporto di due su tre. DonneOltre  è un progetto dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla che nasce grazie a un pool di donne unite per realizzare progetti per sconfiggere la sclerosi multipla. Nell’ambito di Donne Oltre, Cuocheoltre è una nuova iniziativa di Donneoltre. Lunedì 24 settembre alle ore 20,30 presso la Città del Gusto (via E. Fermi 161)  a Roma, 5 grandi chef (Iside De Cesare- La Parolina, Acquapendente; Patrizia Mattei-Antico Arco, Roma; Rosanna Marziale- Le Colonne e San Bartolomeo, Caserta; Daniela Onorato- Il Granchio, Terracina), sotto la regia organizzativa di Cristina Bowerman (Hostaria Glass, Roma) saranno le protagoniste assolute di un menù dedicato alla lotta contro la Sclerosi Multipla.
L’appuntamento romano intende offrire, grazie alle prestigiose chef coinvolte in cucina,  un momento di alta degustazione. Il menù, studiato appositamente per questo evento, vede la fusione di sapori mediterranei artisticamente rielaborati dalle 5 chef unite per la prima volta insieme. Se siete interessate a partecipare a questo evento a scopo benefico potete scrivere a aism@inc-comunicazione.it, telefonare allo 06.44.16.08.55 oppure andare sul sito www.gamberorosso.it.Io non ci sarò purtroppo perché vivo a Milano, ma per quante vivono a Roma mi sembra sia una bella iniziativa in tutti i sensi.
Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Un Orto? Si ma chic, please!
20 marzo 2013
In giro per….radici
29 ottobre 2012
Seminare il futuro e Celià: due eventi kids friendly!
12 ottobre 2011
Libri

Seminare il futuro e Celià: due eventi kids friendly!


L’evento di semina collettiva nato in Svizzera e proposto ormai in 13 paesi nel mondo arriva per la prima volta in Italia il prossimo weekend con il nome di “Seminare il futuro”. Domenica 16 ottobre, in molte aziende biologiche e biodinamiche sparse su tutto il territorio nazionale, centinaia di persone potranno seminare il terreno messo a disposizione per l’occasione, con l’antico metodo a spaglio, ossia con le mani. Bambini, giovani e meno giovani, per un giorno, sono invitati a seminare tutti insieme un campo di cereali con semente di produzione biodinamica o biologica. La porzione di terreno seminata sarà poi contraddistinta da uno striscione sul quale i partecipanti lasceranno la loro firma: per un anno, fino alla raccolta, chiunque potrà vedere la crescita dei cereali seminati.
Questa festa della semina diventa così l’occasione per diffondere  il messaggio di un avvenire senza Ogm:  attraverso l’iniziativa “Seminare il futuro” si riafferma l’importanza di alimenti non inquinati da additivi, sofisticazioni, residui chimici, che non siano frutto di sementi selezionate certo per la produttività, ma poco compatibili con  la nostra salute.

A promuoverlo sono EcorNaturaSì, con il patrocinio di Demeter Italia e dell’Associazione per l’agricoltura biodinamica. L’obiettivo è sensibilizzare i consumatori sul tema della provenienza del cibo e del futuro dell’agricoltura, attraverso una proposta originale e coinvolgente che unisca il cuore alla terra.
Bambini celiaci appuntamento il prossimo 15 e 16 ottobre a Mondovì (CN) con Celià, il primo evento italiano in cui si discute, si approfondisce e si conosce da vicino il mondo dell’intolleranza al glutine. Nel nostro Paese una persona su 100 è affetta da celiachia, dato questo in sensibile aumento- soprattutto tra i più piccoli- se si considera che gli intolleranti al glutine crescono del 10% ogni anno. Celià propone spettacoli e convegni tematici, illustra i progetti a favore delle intolleranze alimentari, organizza laboratori e degustazioni,  coinvolgendo chef ed associazioni  di categoria. Soprattutto Celià promuove e fa conoscere le  disponibilità sul mercato di prodotti adatti alle persone con intolleranze attraverso showcooking, incontri, e assaggi. E per i più piccoli lo spettacolo assolutamente in tema: Che ne sai tu di un campo di grano?

Ma non finisce mica qui per i piccoli celiaci….Celià presenta infatti Celià Kids, l’area dove i clown introdurranno i bambini nel mondo della celiachia con giochi,  trucchi, animazioni, attività ludico-ricreative e di intrattenimento.
1 Commento goloso
Articoli Correlati
Un Orto? Si ma chic, please!
20 marzo 2013
In giro per….radici
29 ottobre 2012
“CuocheOltre” la Sclerosi Multipla
17 settembre 2012
Libri

La “Fattoria nel Castello”



Oggi vi segnalo un’iniziativa interessante per il prossimo weekend: si tratta della “Fattoria nel Castello”, una manifestazione organizzata da Donne Impresa e da  Confagricoltura Donna Lombardia che si terrà il prossimo 8 e 9 ottobre 2011 in Piazza del Cannone, nel parco del Castello Sforzesco di Milano. 70 aziende “rosa” metteranno a disposizione dei consumatori la loro esperienza  e il meglio della produzione regionale per scoprire la tradizione gastronomica lombarda, fra prodotti tipici, degustazioni e “merende” guidate, laboratori e giochi per i bambini. Mentre gli adulti potranno partecipare alle degustazioni guidate, i più piccoli, attraverso un percorso di assaggio al tempo stesso istruttivo e ludico, apprenderanno a conoscere i sapori e a preferire il cibo sano. Sempre ai più piccoli è dedicata un’apposita area dove verranno organizzati giochi e laboratori creativi, in collaborazione con le Fattorie Didattiche lombarde. Si potrà anche ammirare la mostra fotografica “Il Pane e le Rose”, realizzata da Action Aid, e rivolta alle donne dell’agricoltura nel mondo e “Vita in fattoria” dedicata alle fattorie didattiche.
La Fattoria nel Castello è un’iniziativa volta a far capire come la presenza delle donne nel mondo agricolo sia di vitale importanza per migliaia di aziende in cui la capacità delle donne, la loro sensibilità e la loro attenzione ai dettagli diventano il miglior motore di sviluppo e crescita dell’agroalimentare italiano.
Se volete saperne di più andate all’indirizzo www.lafattorianelcastello.it.
Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Un Orto? Si ma chic, please!
20 marzo 2013
In giro per….radici
29 ottobre 2012
“CuocheOltre” la Sclerosi Multipla
17 settembre 2012
Libri

La VegHipWeek!

Credits: Equology
Oggi vi segnalo al volo questa iniziativa che ritengo interessante anche se non sono vegana e neppure vegetariana perché amo troppo il pesce (della carne potrei fare benissimo a meno ma sia la Nanetta che il suo papà sono dei super carnivori stile uomini delle caverne): dopo la Milano Fashion Week e la Social Media Week, dall’1 al 7 ottobre Milano ospiterà la Settimana Vegana, che intende sensibilizzare le persone sull’impatto che le scelte alimentari hanno sull’ambiente e sulla nostra salute e  sfatare il luogo comune che essere vegetariani oppure vegani significhi rinunciare ad una cucina stuzzicante e varia.
La manifestazione è rivolta a tutti, nessuno escluso: ambientalisti, salutisti, oppure semplicemente curiosi che vorrebbero iniziare a fare qualcosa di concreto per un comportamento alimentare sostenibile. Io vi anticipo gli appuntamenti che ho selezionato e che mi sembrano più interessanti:- si parte sabato 1° ottobre alle 15.00 con una conferenza interamente dedicata alla cucina sana ed equilibrata  presso il Design Library (Via Savona 11). Uno dei temi trattati sarà proprio quello dell’alimentazione vegetariana da proporre ai bambini. – martedì 4 a Corsico e mercoledì 5 ottobre a Carugate presso i megastore IKEA, si terrà a partire dalle 18.30 circa, uno show cooking+degustazione della Veg Chef Claudia Biondini, che vi ho già segnalato nel mio blog qualche tempo fa con un’appetitosa ricetta a base di tofu.
Per chi invece vuole cimentarsi in corsi di cucina veg, da lunedì 3 a giovedì 6 ottobre sono previsti degli incontri dalle 19.00 alle 20.30 al The Hub (Via Paolo Sarpi 8) con Veg Chef qualificati (previa iscrizione a info@veghipweek.it).
Lato ristorazione, hanno aderito all’iniziativa il Joia Kitchen dello Chef Pietro Leemann e Al Grande Cerchio di Maria Marangelli. Più interessante l’offerta dei ristoranti tradizionali tra cui KM0-Osteria per Passione (Via Donatello 22) che organizzerà durante la settimana due serata a tema vegan e la Trattoria da Vin (via Pioppette 3) che per tutta la settimana offrirà un gustoso menu di ricette vegane della tradizione toscana: la pasta con le briciole, la pappa al pomodoro, la panzanella oppure le lenticchie e castagne, lo strudel di verdure e fagioli all’uccelletto e per finire  baldino e ciaccia con l’uva.
Per saperne di più fate un giro sul sito www.veghipweek.it e troverete tutte le info!
Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Un Orto? Si ma chic, please!
20 marzo 2013
In giro per….radici
29 ottobre 2012
“CuocheOltre” la Sclerosi Multipla
17 settembre 2012
Libri

MomCamp 2001: ciak si parla…..

Credits: Fattore Mamma

“Il futuro delle mamme on line e non solo” è il tema del prossimo MomCamp che si svolgerà sabato 24 settembre a Milano. Questo titolo scelto a seguito di un sondaggio in rete, offrirà lo spunto per discutere di temi particolarmente cari alle mamme: il lavoro, la realizzazione a 360°, i figli, le aspettative …
Ad intervenire non ci saranno docenti universitari o psicologi ma le mamme, che avranno l’opportunità di esprimersi e di scambiare idee e punti di vista: il MomCamp nasce infatti come momento di condivisione ed incontro per quanti vivono il web in maniera attiva, come strumento che semplifica la vita, che aiuta ad organizzarsi, che permette di vivere una dimensione “social”.
Venite con i vostri pargoli perché, mentre le mamme condivideranno le loro esperienze, i bambini saranno impegnati in attività ludiche e sportive, grazie alle opportunità offerte dalla location scelta per quest’edizione, il Quanta Village (via Assietta, 19) alle porte di Milano.
Io e la Nanetta ci saremo e daremo il nostro contributo (soprattutto la Nanetta!).
Trovate tutte le informazioni per partecipare al MomCamp sul blog: www.momcamp.it
2 Commenti golosi
Articoli Correlati
Un Orto? Si ma chic, please!
20 marzo 2013
In giro per….radici
29 ottobre 2012
“CuocheOltre” la Sclerosi Multipla
17 settembre 2012
Libri

Arriva Gamberetto!

Credits: Gambero RossoPrendete 8 bambini curiosi, mettetegli accanto la simpatica Francesca Barberini ed Andrea Golino, shakerate il tutto ed otterrete cosi la nuova trasmissione di Gambero Rosso Channel, Gamberetto, in onda dal prossimo 17 settembre, in cui i piccoli foodies si avventurano nel favoloso mondo della gastronomia.
Otto puntate per otto diversi temi: la frutta, le verdure, i cereali, il latte, la carne, il miele, le uova e le erbe aromatiche. I bambini apprenderanno come si fa il miele, come si raccolgono le fragole e le spighe di grano o come prendere un uovo da una gallina. Gli 8 piccoli aspiranti chef superano prove e giochi per realizzare alla fine una ricetta basandosi sul tema della puntata. Gnocchi di ricotta su vellutata di piselli, mousse di miele e ricotta con salsa di fragole, tortini di verdure sono solo alcune delle gustose ricette che i giovani protagonisti prepareranno seguendo il loro gusto.Credits: Gambero RossoGirato in una fattoria didattica nei dintorni di Roma, il programma si avvale della collaborazione dell’INRAN, l’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione e del WWF: i rappresentanti dei due enti stimoleranno la curiosità dei bambini nei confronti del cibo con interventi di approfondimento, giochi e informazioni utili anche ai genitori, sia dal punto di vista nutrizionale che del rispetto per l’ambiente.
L’estro e la fantasia dei piccoli gourmet vengono così arricchiti di consigli, trucchi e segreti che anche i più grandi apprezzeranno e che faranno loro realizzare ricette degne del più famoso degli chef.
Appuntamento quindi con Gamberetto, ogni sabato alle 19.00 a partire dal 17 settembre, su Gambero Rosso Channel, Sky canale 411.

1 Commento goloso
Articoli Correlati
Un Orto? Si ma chic, please!
20 marzo 2013
In giro per….radici
29 ottobre 2012
“CuocheOltre” la Sclerosi Multipla
17 settembre 2012
Libri

Taste of MILANO for “Baby Foodies”



Dal 15 al 18 settembre andrà in scena la seconda edizione di Taste of Milano. Taste of Milano è un’iniziativa che si propone di avvicinare il grande pubblico all’alta cucina e consentire a tutti, grandi e piccini, di provare piatti di famosi Chef in un contesto decisamente informale. E proprio nell’ottica di sensibilizzare le “giovani generazioni” al buon cibo e alla buona tavola, quest’anno Taste of Milano ha creato un biglietto speciale, il Biglietto Famiglia, per permettere anche ai più piccoli di sperimentare nuovi gusti e nuovi sapori, divertendosi anche a cucinare all’aperto.  
Presso la Cooking School  di Taste of Milano si terranno due sessioni dedicate ai più piccoli che potranno così divertirsi a cucinare a fianco dei loro genitori mettendo le mani in pasta! Nelle giornate di sabato 17 e domenica 18 settembre invece,  Chef esperti impartiranno ai più piccoli lezioni di finger choco cake, mini corsi di cucina regionale e percorsi “bio”, proponendo attività focalizzate sugli aspetti materico-sensoriali del cibo e dell’alimentazione. 
Tra cioccolata, verdure, farine, frutta di stagione, uova e prodotti del territorio, i bambini prenderanno parte attivamente alla preparazione delle più originali ricette, cimentandosi in operazioni di intaglio, impasto e  cottura.Ma non è finita mica qui! Sempre nelle giornate di sabato e domenica Bice Perrini rallegrerà i visitatori con Coloribo, i colori da mangiare.  
Bice è un’artista che da anni ricerca il colore nell’arte e nella natura e grazie ai suoi Coloribo (acronimo di colore e cibo) ora ha reso possibile dipingere con il cibo, facendo di ricette creative e colorate delle vere opere d’arte!Con Coloribo a Taste of Milano, grandi e piccini potranno vivere un’esperienza multisensoriale in cucina: vista, olfatto, tatto, udito e gusto li guideranno nella scoperta  di gusti e sapori mai assaggiati  prima. 
I laboratori verranno seguiti e coordinati direttamente da Bice Perrini che guiderà i bambini ad utilizzare in cucina tutti e cinque i sensi attraverso la pittura, la musica, il cibo, sino ad arrivare alla creazione gastronomica. All’interno del laboratorio di cucina e con l’aiuto dell’artista i bambini prepareranno le salse Coloribo a base di frutta e verdura freschissima e di stagione (pomodori, menta, salvia, finocchietto, mandorle, olio extra vergine d’oliva, etc..) e predisporranno piccoli menù cromatici e merende facili da gustare e riproporre ai propri amici. 
Per conoscere tutti i programmi, gli orari e le attività proposte da Taste of Milano per tutti gli aspiranti “Chef in erba”, consultare il sito www.tasteofmilano.it.
Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Un Orto? Si ma chic, please!
20 marzo 2013
In giro per….radici
29 ottobre 2012
“CuocheOltre” la Sclerosi Multipla
17 settembre 2012
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.