Categoria

Libri

Libri

Il Gambero Rosso va a Milano


Sono finiti ed archiviati i tempi della Milano da bere, ora c’è la Milano da mangiare! E’ quanto si apprende sfogliando le pagine della ventesima guida Gambero Rosso 2013 sulla città meneghina. Ed il dinamismo di Milano si nota soprattutto nell’ambito della gastronomia con ristoranti al passo con i tempi e le mode, flessibili nelle formule, originali nelle loro proposte e, soprattutto, attenti alla qualità.  Mi è piaciuto molto e mi ha molto divertito sfogliare l’edizione della guida Gambero Rosso su Milano perché accanto ai nomi altisonanti e blasonati conosciuti da tutti, si trovano soprattutto una miriade di tavole interessanti, dai mille volti e dall’indiscussa originalità. Accanto ai migliori ristoranti della città, sono segnalate le migliori trattorie, i quartieri golosi di Milano che permettono di fare un viaggio da gourmet in ogni angolo della città, i posti dove vale la pena passare per l’aperitivo o quelli dove fermarsi per una pausa golosa. Personalmente ho trovato molto ben fatta tutta la sezione dedicata ai luoghi del mangiare o del bere situati fuori Milano: chi come me abita nell’hinterland milanese,  non ha sempre voglia di andare su Milano per poter mangiare bene ed allora questa sezione è ben strutturata con proposte e suggerimenti che spaziano su tutta la provincia di Milano e con delle puntate anche nelle province lombarde limitrofe. L’altra sezione che ho apprezzato è quella dedicata ai negozi dove poter comperare o approvvigionarsi senza dover fare ogni volta la caccia al tesoro per trovare quel particolare prodotto. Vengono segnalate panetterie, macellerie, drogherie, insomma tutti quei templi dell’eccellenza lombarda in materia gastronomica. A me e all’Uomo Goloso è piaciuta molto questa guida tanto che abbiamo deciso di tenerla sempre in macchina insieme ad una cartina di Milano  e a quella della Lombardia perché ci accompagni nelle nostre escursioni mangerecce. L’unico appunto che possiamo farle è di non avere purtroppo una sezione dedicata alla ristorazione per bambini….
Lascia un commento goloso
Libri

A casa dei nonni!


Credits: edizioni Donzelli
Oggi è la giornata dedicata ai Nonni: non so da quanto tempo sia stata istituita questa festa (io ho scoperto la sua esistenza solo al mio rientro dalla Francia) però penso che sia giusto e doveroso rendere omaggio, almeno una volta all’anno, ai nonni che svolgono un ruolo essenziale ed importantissimo nella crescita dei nostri figli. Personalmente ho un ricordo fantastico e tenerissimo dei miei nonni, soprattutto di mio nonno materno che ha vissuto insieme a noi sino a quando avevo 6 anni  e mi ha coccolata e viziata in tutti i modi. Ed è per rendere omaggio a tutti i nonni del mondo, che oggi mi permetto di segnalarvi al volo un libro, A casa dei nonni (edizioni Donzelli) appena uscito che ci propone una storia, lieve e poetica al tempo stesso, sulle piccole cose e gli oggetti che ci aiutano a tenere insieme gli affetti.Che divertenti i nonni di questa storia, sempre così arzilli e pieni d’iniziative: il nonno del libro è inseparabile dal suo bastone e dalla nonna, mentre lei non molla neppure per un istante le sue vecchie calze. Se c’è da fare una riparazione, da inchiodare, da legare o da stringere, il bastone o le vecchie calze diventano la soluzione a tutto. Le calze della nonna sono come un filo magico che lega i nonni l’uno all’altra e che tiene insieme tutte le cose della casa. Solo alla pioggia che passa dal tetto, i nonni non hanno ancora trovato un rimedio…Poi un’estate, i nipotini pitturano le tegole di un capanno crollato ed alle prime piogge il nonno pensa bene di mettere queste tegole multicolori sul tetto della casa, per tappare i buchi…… e che sorpresa meravigliosa per la nonna, quando si trova in casa una pioggia di colori!Il libro è stato scritto ed illustrato a 4 mani da Arianna Squilloni, che vive e lavora in Spagna e scrive storie dedicate ai bambini, ed Alba Marina Rivera, illustratrice di origine russa.
Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Vellutata di patata dolce e zucca con cotechino croccante
29 Gennaio 2019
Cheesecake agli agrumi
15 Gennaio 2019
Paccheri al forno e carciofi croccanti
24 Dicembre 2018
Libri

“CuocheOltre” la Sclerosi Multipla



Inizio la settimana con una comunicazione di servizio che mi sta particolarmente a cuore…..Cronica, imprevedibile ed invalidante la sclerosi multipla è una delle più gravi malattie del sistema nervoso centrale: si manifesta per lo più tra i 20 ed i 30 anni ed in Italia ogni quattro ore viene effettuata una diagnosi di SM. 65.000 i casi, di questi la maggior parte sono donne, in un rapporto di due su tre. DonneOltre  è un progetto dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla che nasce grazie a un pool di donne unite per realizzare progetti per sconfiggere la sclerosi multipla. Nell’ambito di Donne Oltre, Cuocheoltre è una nuova iniziativa di Donneoltre. Lunedì 24 settembre alle ore 20,30 presso la Città del Gusto (via E. Fermi 161)  a Roma, 5 grandi chef (Iside De Cesare- La Parolina, Acquapendente; Patrizia Mattei-Antico Arco, Roma; Rosanna Marziale- Le Colonne e San Bartolomeo, Caserta; Daniela Onorato- Il Granchio, Terracina), sotto la regia organizzativa di Cristina Bowerman (Hostaria Glass, Roma) saranno le protagoniste assolute di un menù dedicato alla lotta contro la Sclerosi Multipla.
L’appuntamento romano intende offrire, grazie alle prestigiose chef coinvolte in cucina,  un momento di alta degustazione. Il menù, studiato appositamente per questo evento, vede la fusione di sapori mediterranei artisticamente rielaborati dalle 5 chef unite per la prima volta insieme. Se siete interessate a partecipare a questo evento a scopo benefico potete scrivere a aism@inc-comunicazione.it, telefonare allo 06.44.16.08.55 oppure andare sul sito www.gamberorosso.it.Io non ci sarò purtroppo perché vivo a Milano, ma per quante vivono a Roma mi sembra sia una bella iniziativa in tutti i sensi.
Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Un Orto? Si ma chic, please!
20 Marzo 2013
In giro per….radici
29 Ottobre 2012
Seminare il futuro e Celià: due eventi kids friendly!
12 Ottobre 2011
Libri

Esperimenti pop-up in cucina!


In questo coloratissimo libro pop up (Editoriale Scienza), la scienza la fa da padrona anche tra i fornelli grazie a sei esperimenti di sicura riuscita che trasformeranno la vostra cucina in un laboratorio chimico-gastronomico!
Il succo del cavolo rosso cambia colore: è forse una magia? No si tratta semplicemente di una reazione  chimica! I bicchieri del servizio buono della mamma si trasformano in un’orchestra: provate per credere purché non li rompiate! I chicchi d’uva vanno a lezione di nuoto ed imparano a galleggiare, mentre delle tostissime uova soda rimbalzano senza rompersi…….
Insomma si tratta di un libro che con poche ma chiare istruzioni, stimolano la curiosità di grandi e piccini e forniscono spiegazioni semplici per capire con quale principio naturale stiamo giocando.
Io mi sono divertita un mondo con la gagaplocia! Provate anche voi: vi occorrerà una bacinella di plastica, dell’amido (poco importa se sia di patate, di riso oppure di mais), un bicchiere, un cucchiaio di legno ed un colorante per alimenti se volete colorare la votra gagaplocia. Versate un bicchiere di acqua nella bacinella, aggiungete un po’ alla volta due bicchieri di amido, mescolate bene e scoprite cosa succede al vostro intruglio. E’ liquido oppure solido, provate a giocarci come se fosse plastilina! E se lo colpite con il cucchiaio cosa succede?
E’ incredibile come si può giocare  al piccolo chimico rimanendo tra le 4 mura della vostra cucina.  Io l’ho trovato divertentissimo ed istruttivo al tempo stesso e penso proprio che al ritorno dalle vacanze, lo proporrò anche alla Nanetta, il libro, infatti, è indicato per bambini dai 3 anni in su.



Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Vellutata di patata dolce e zucca con cotechino croccante
29 Gennaio 2019
Cheesecake agli agrumi
15 Gennaio 2019
Paccheri al forno e carciofi croccanti
24 Dicembre 2018
Libri

L’AH-UM KIDS FESTIVAL e l’Isola che c’è….

Credits. AH-UM KIDS FESTIVAL
Questo è un post per chi vive a Milano o provincia e per chi ha bambini, non me ne vogliano gli altri lettori……e prima di passare alla lettura del post, vi ricordo che oggi pomeriggio sono al Tescoma Store in Corso Garibaldi, 73 a Milano per un corso sulla cucina Salvatempo.Sabato 19 e domenica 20 maggio 2012 il quartiere Isola diventa un’Isola per bambini e genitori, un luogo di divertimento ma anche di crescita e di sperimentazione, in cui passare da un gioco artistico a un aperitivo, da un concerto a uno spettacolo, sognando assieme una Milano che c’è.AH-UM KIDS FESTIVAL  è un vero e proprio “festival nel festival” dedicato ai più piccoli, nell’ambito dell’ormai consolidato Ah-Um Milano Jazz Festival.Per due giorni ristoranti, negozi, gallerie e associazioni dell’Isola trasformano il quartiere in un’Isola per bambini, trovando e inventando luoghi, tempi, giochi e attività per i più piccoli e i loro genitori.Tanti gli eventi in programma, ci sarà solo l’imbarazzo della scelta tra i laboratori di artisti, disegnatori, musicisti, attori e cantori. E ancora concerti, spettacoli, aperitivi per sentirsi un po’ grandi e un po’ piccoli…Tra i percorsi d’arte, si potrà scegliere se scoprire l’arte contemporanea con i profumi delle spezie di Pane Arte e Marmellata, cimentarsi nella costruzione di libri tattili per i più piccini all’Isola dell’Infanzia o immaginare una Milano fatta di fiori al laboratorio di Restauro di Luigi Cagliani.MusicainGioco darà un assaggio di tastiere e chitarra a chi vuole provare le prime esperienze ritmiche e il musicista Roberto Barbieri mostrerà e suonerà strani strumenti provenienti da tutto il mondo.Non manca il movimento per chi preferisce correre e saltare con i giochi di strada “come si faceva una volta”.I più meditativi e amanti delle favole potranno ascoltare le storie di paura, di volo e di rane di Carlo Ottolini e il raccontastorie della libreria Isola Libri.Se viene fame tra un giro e l’altro, si potrà scegliere se pranzare insieme alla Pizzeria alla Fontana lasciandosi incantare dai Clown o gustarsi un brunch al sacco in via Spalato dove il giardino inventato di Zona K accoglierà chi ha voglia di fermarsi un po’, risposarsi, leggere il giornale e scoprire il Carrousel Kids con i suoi oggetti fatti a mano e i laboratori per bambini.Un fine settimane per scoprire e riscoprire tutti insieme un quartiere incredibile di Milano, l’Isola, perché, come diceva lo scrittore Tom Robbins, “non è mai troppo tardi per farsi un’infanzia felice”.Dove: Quartiere Isola, Milanowww.ahumjazzfestival.comZona K * via Spalato 11Accademia di Capoeira * via della Pergola 15Isola dell’Infanzia * via Lario 16Isola Libri * via Pollaiuolo 5Laboratorio Cagliani * via Civerchio 5Marea Libri * via Pastrengo 5Pizzeria alla Fontana * via Thaon de Revel 28
Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Alberello di Natale al profumo di spezie
19 Dicembre 2016
Fiori di zucca con ripieno di ricotta e maggiorana
23 Settembre 2016
Colomba di Pasqua
25 Marzo 2016
Libri

KidsroomZOOM! 2: il Fuori Salone dedicato ai bambini!

Credits: kidsromZOOM!
Dopo il successo dello scorso anno, torna  a Milano, in occasione della settimana del design,  la seconda edizione di kidsroomZOOM! l’unico evento del Fuori Salone dedicato ai bambini.  L’evento si presenta in una nuova location, un singolare appartamento progettato alla fine degli anni ’70 in via Mellerio 1 dove verrà allestita la casa perfetta per il bambino, in cui giocare e crescere, imparare con oggetti e giocattoli che possano aiutarlo nella crescita. Per progettare un design intelligente per i bambini è fondamentale conoscere i processi evolutivi dei più piccoli e kidsroomZOOM! 2 mette in mostra progetti che rivelano soluzioni innovative e che utilizzano materiali studiati appositamente per stimolare la creatività e l’autonomia dei più piccoli: tutto questo per accompagnarli nelle tappe fondamentali della loro crescita, giocando, imparando e  diventando grandi nello stesso tempo.
La scrivania-forezza: credits bykidsromZOOM!La sede di unduetrestella, realtà italiana unica nel suo genere che progetta e realizza oggetti e installazioni d’arte contemporanea per le camere dei bambini in via GB Vico, sarà trasformata in una vera e propria cucina: saranno ospitati tra gli altri le sedute CCC della designer olandese Maartje Steenkamp, l’installazione di “carta” dell’artista Samuele Menin e i misteriosi “strofinacci” di Ligne Noire.

Credits: kidsromZOOM!Durante la settimana del FUORISALONE kidsroomZOOM! ospiterà, inoltre, una serie di laboratori, workshop e atelier dedicati a bambini ed adulti tenuti da designer e artisti.  Mercoledi 18 aprile la cucina di kidsroomzoom ospita la chef Maria Castellano autrice del ricettario “Mamma, adesso cucino io!”, per imparare a cucinare semplici e gustose ricette insieme a mamma e papà. Giovedi 19 aprile Rihards Funs e Zane Homka dello Studio Rijada presentano “Blind copy” un workshop dove imparare a vedere con le mani in collaborazione con Faber-Castell. Venerdi 20 aprile Barbara Barbantini, fashion designer di Puella, presenta un workshop di serigrafia: i bambini e le mamme sono invitati a portare una maglietta, una borsa di tela o la federa di un cuscino per stamparli in diretta con la tecnica serigrafica. Sabato 21 aprile alla mattina l’illustratore Alessandro Sanna disegnerà insieme ai bambini e nel pomeriggio Electa e unduetrestella organizzano una merenda creativa con i bambini durante la presentazione di Pascale Estellon, Il mio primo libro dei colori, della nuova collana Electakids.
Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Alberello di Natale al profumo di spezie
19 Dicembre 2016
Fiori di zucca con ripieno di ricotta e maggiorana
23 Settembre 2016
Colomba di Pasqua
25 Marzo 2016
Libri

Cuochi col sale in zucca: un quaderno veramente goloso!



E’ vero che questo delizioso quadernetto è uscito già da un po’, ma mi è capitato tra le mani solo qualche settimana fa e devo confessare che l’ho trovato proprio carino e decisamente ben fatto. Si tratta di un piccolo gustoso manuale per assaporare il mondo dei cibi e scoprire i trucchi della cucina, dotato anche di  grembiulino che permetterà ai vostri bambini di diventare subito piccoli cuochi.Mi è piaciuto l’approccio giocoso, ma al tempo stesso didattico, al tema della cucina. Cucinare vuol dire realizzare un progetto, condividere e prendere decisioni insieme, ma significa anche conoscere i cicli delle stagioni, scoprire altre culture, usare i cinque sensi, curiosando tra profumi e colori, accostando nuovi sapori, creando un piatto bello da guardare e buono da mangiare: sono questi semplici concetti che cerco di trasmettere a mia figlia ogni volta che ci mettiamo insieme dietro i fornelli. E poi la cucina è una sorta di caverna di Ali Babà, un posto dove l’alchimia e la magia si incontrano e si fondono.Mi è piaciuto questo quaderno perché, pur non contenendo chissà quali ricette, aiuta i bambini e fornisce a noi genitori gli strumenti per approcciare i temi dell’alimentazione. La cucina è innanzitutto un posto pulito dove lavorare, leggere le ricette, sperimentare con tutti e cinque i sensi, un luogo in cui il cibo si trasforma, da freddo a caldo, da dolce a salato, e si conserva. E poi ancora viene spiegata l’importanza della prima colazione e della merenda, della stagionalità dei prodotti da consumare e delle buone maniera da impiegare soprattutto a tavola. Allora non mi resta che augurarvi buona lettura!
Lascia un commento goloso
Libri

Dolcezze al mulino……


Visto che oggi sono di corsa, vi segnalo tutta una serie di attività didattiche e ludiche organizzate dalla cooperativa sociale Koiné che è poi la stessa che gestisce il nido frequentato dalla Nanetta. Tutti gli eventi si svolgono presso il Mulino di Chiaravalle.Mercoledì 21 marzo, nel tardo pomeriggio, per celebrare l’equinozio di primavera, si parte alla scoperta dell’orto attraverso i cinque sensi. Torna la primavera e la vita si risveglia dal torpore invernale, si riscopre la natura in un’esplosione di novità e di colori. Domenica 1 aprile, per avvicinarsi dolcemente alla Pasqua, si preparerà un pane dolce guarnito da uova sode e tempestato di zuccherini colorati che è poi un regalo augurale tipico della nostra tradizione nel periodo di Pasqua: scopriamone le origini ed impariamo a realizzarlo grazie al laboratorio “Panificazione: Panificare con le uova”.  Forse qualcuno di voi avrà già assaggiato le violette candite…. ma non soltanto la violetta si presta a questo tipo di preparazione: riconosciamo i fiori adatti e divertiamoci con i “Segreti da erborista: Fiori canditi” sempre domenica 1° aprile.Giovedì 5, Venerdì 6 e Martedì 10 aprile per tutti i bambini che durante le vacanze scolastiche pasquali, restano in città, ci saranno tre intere giornate con laboratori, giochi, sperimentazione di antichi mestieri, accompagnati dall’amico Odilone, lo spaventapasseri spaventato dai passeri. Lunedì 9 aprile, il giorno di Pasquetta, una divertente caccia alle uova di gallina all’interno del giardino: con le uova trovate,  i bambini sperimenteranno divertenti decorazioni artistiche o impasti a base d’uovo.

E per finire domenica 22 Aprile, si svolgerà un torneo a piedi tra otto cavalieri in armatura,  seguito da un laboratorio di panificazione: “Pan de mej: pane di San Giorgio”, Laboratorio “San Giorgio e il Drago” e giochi.Per ulteriori informazioni potete contattare Koinè allo 02-42292265 in orari d’ufficio oppure scrivete a info@koinecoopsociale.it
Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Alberello di Natale al profumo di spezie
19 Dicembre 2016
Fiori di zucca con ripieno di ricotta e maggiorana
23 Settembre 2016
Colomba di Pasqua
25 Marzo 2016
Libri

E’ un Cibo da Favola!

Credits: Cibo da favola
Cibo da Favola è un’esposizione basata sulla collezione di carte illustrate Rapisarda, che permette di ricostruire per la prima volta la storia del rapporto tra cibo ed infanzia in Italia : cibo ed infanzia è un tema di grande attualità, poco indagato negli aspetti relativi alla nascita e allo sviluppo dei consumi di massa e della relativa comunicazione pubblicitaria.Credits: Cibo da favola
La mostra si apre con le primissime figurine in cromolitografia, nate in Francia nella seconda metà dell’Ottocento, poi diffuse in Europa e negli Stati Uniti e che proprio al mondo delle favole fanno riferimento perché destinate ai bambini, e prosegue con le campagne pubblicitarie d’inizio Novecento sui periodici illustrati (“Scena Illustrata” e “Corriere dei Piccoli”) per la promozione del cioccolato, della “farina lattea” (l’antesignano dell’odierno latte in polvere) e dei ricostituenti. Nella penisola, il burattino Pinocchio risulta essere il personaggio più amato dai diversi marchi per le campagne pubblicitarie. Credits: Cibo da favola
Negli anni Trenta la commercializzazione di prodotti alimentari industriali confezionati interessa anche il cibo per l’infanzia e dà origine a campagne pubblicitarie mirate sui periodici illustrati ed alla diffusione di concorsi e raccolte di figurine ed etichette. Dopo Pinocchio, è Topolino che diventa il nuovo testimonial privilegiato per caramelle, cioccolato, biscotti ed altri alimenti. Il boom economico che segue la seconda guerra mondiale, testimonia una nuova ulteriore crescita dei consumi: è l’epoca della gomma americana, dei formaggini, del panettone Motta che diventa piccolo per le merende (il Mottino), dei gelati confezionati.  Contemporaneamente sul “Corriere dei Piccoli” e sulle altre testate per ragazzi appaiono le strisce di pubblicità a fumetti: storie, su una sola riga di vignette, per promuovere l’aranciata San Pellegrino, il formaggino Milione della Invernizzi, il gelato Fortunello della Alemagna, lo yogurt della Yomo. Nel centinaio di pezzi esposti, che documentano prodotti e comunicazione di ben 33 aziende con marchi ancora famosi, spicca il contributo di molti importanti illustratori italiani del Novecento come Nasìca (Augusto Majani), Antonio Rubino, Giovanni Manca, fino a Jacovitti. La mostra si chiude all’epoca di Carosello. Credits: Cibo da favola
La mostra ha aperto i battenti ieri e sarà al Cinema Arcadia di Melzo sino al 29 aprile prossimo.  Per ulteriori informazioni potete contattare la Biblioteca Comunale di Melzo – tel. 02 95738856 oppure il Sistema Bibliotecario Milano Est – tel. 02 95712871 – www.bibliomilanoest.it
1 Commento goloso
Articoli Correlati
Alberello di Natale al profumo di spezie
19 Dicembre 2016
Fiori di zucca con ripieno di ricotta e maggiorana
23 Settembre 2016
Colomba di Pasqua
25 Marzo 2016
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.