Archivio Mensile

gennaio 2014

Carne

Il brasato di Nonna Gianna


Io e l’Uomo Goloso abbiamo una  curiosa tradizione natalizia: oltre ai regali che ci facciamo reciprocamente, abbiamo preso l’abitudine, ad ogni Natale, di offrirci un regalo che sia per entrambi e che piaccia ad entrambi. E così il Natale scorso è arrivata a casa nostra una rossa fiammante Staub…




per chi non la conoscesse Staub è una marca francese specializzata nella produzione di prodotti in ghisa smaltata…..era una vita che desideravo regalarmi una cocotte in ghisa e, grazie ad una promozione su uno dei tanti siti di e-commerce, sono riuscita ad offrirmela! Lo scorso weekend l’abbiamo collaudata con una ricetta “prestatami” da mia suocera, la specialista del brasato! Abbiamo gustato questo brasato con della polenta taragna e, visto che non ci facciamo mai mancare nulla, abbiamo preparato anche della polenta con il mitico gorgonzola della cascina. Che dirvi: un pranzo pantagruelico e ricco di soddisfazioni!…..naturalmente dopo un pranzo del genere abbiamo fatto una lunghissima passeggiata sul Naviglio della Martesana per smaltire tutte le calorie accumulate!

Ingredienti per 4-6 persone
800 gr di carne per brasato1 bottiglia di vino rosso secco3 carote1 cipolla1 costa di sedano1 cucchiaio abbondante di bacche di gineproOlio evo q.b.Sale q.b.
Tagliate il vostro pezzo di carne a dadoni. Pulite le carote e tagliatele a cubotti, fate la stessa cosa con la cipolla ed il sedano. In una capiente casseruola mettere a macerare la carne insieme al vino rosso, alle verdure, alle bacche di ginepro: lasciate macerare per una notte intera. L’indomani mattina, prendete una cocotte ;-), versate sul fondo un filo di olio, unite la carne/verdure/vino e lasciate cuocere a fuoco bassissimo per 2 ore e mezza circa. Solo alla fine aggiustate di sale e mescolate bene il tutto. Togliete la carne dalla casseruola, mixate con un frullatore ad immersione l’intingolo (vedrete che le verdure si saranno sciolte ed il vino si sarà ristretto): otterrete una salsa cremosa e gustosissima. Aggiungete nuovamente la carne, scaldatela appena e servitela accompagnandola dalla salsa del brasato e dalla polenta.  
6 Commenti golosi
Antipasti

Terrina ai due salmoni



Questa settimana riesco, dopo molto tempo, a pubblicare ben due ricette! Ce l’ho messa tutta, mi sono impegnata ed organizzata ed eccomi a voi con la seconda ricetta di questa strana settimana….scrivo strana perché ho appena passato 24 ore con un sondino che entrava nel naso, scendeva nello stomaco, un sondino attaccato ad una centralina che ha monitorato per un giorno ed una notte tutti i movimenti più o meno acidi del mio stomaco….

insomma non è stato proprio piacevole ma è un esame che dovevo fare e sono contenta di essermelo lasciato alle spalle……
Ma veniamo alla nostra terrina ai due salmoni. Come vi scrivevo nel mio posto precedente, ho ricevuto prodotti di diverse marche da testare e con cui sbizzarrirmi in cucina. Tra i prodotti, c’erano delle confezioni di salmone al naturale, sott’olio o affumicato del marchio As Do Mar. Confesso che avevo già provato del salmone in scatola di altri marchi e non ne ero stata particolarmente soddisfatta del gusto e della texture. Quando ho aperto questo, ho notato innanzitutto che il salmone è in tranci, dall’aspetto e dal sapore gustoso…ed ho voluto così preparare al volo questa terrina semplicissima, ottima da portare in ufficio per la pausa pranzo!

200 g di salmone in scatola As Do Mar al naturale ed affumicato (potete anche utilizzare del salmone fresco, in questo caso dovrete prima cuocere il salmone al vapore)
1 uovo
2 cucchiai scarsi di panna liquida
il succo di mezzo limone
aneto q.b.
sale e pepe q.b.

Preriscaldate il forno a 180°. Schiacciate con una forchetta il salmone sino a sminuzzarlo oppure frullatelo.
In una ciotola, mescolate l’uovo, la panna, l’aneto, il succo di limone, quindi aggiungete il salmone. Versate in una teglia imburrata e cuocete 40 minuti a  180°.
Servite caldo o freddo, decorato con delle fette di limone rimanente.
2 Commenti golosi
Articoli Correlati
Piadina di farro con crema di melanzane e salmone
9 settembre 2016
Pasta con pesto di zucchine, feta e mandorle
5 settembre 2016
Peperoni friggitelli con patate ed olive
1 settembre 2016
Dolci

Pesche ripiene di croccanti dolcezze



Nonostante la pioggia incessante che sembra non volere più abbandonare la Pianura Padana, siamo riusciti, nel corso del weekend, a fare tante cose interessanti che hanno divertito ed entusiasmato anche la piccola di casa.





Sabato mattina  avevamo delle commissioni da sbrigare a Milano e ne abbiamo approfittato per fare un salto al mercato rionale di Via Valvassori dove abbiamo fatto incetta di carciofi, di cime di rapa e di cavolo nero….poi, visto che era ormai tardi per tornare a casa, siamo andati a mangiare in un ristorante giapponese dove propongono la formula del running sushi….confesso che abbiamo un po’ esitato perché pensavamo che la Nanetta non gradisse la nostra scelta ed invece lei, sorprendendoci, ha scelto con estremo giudizio e precisione i suoi piattini ed ha mangiato tutto quello che c’era nei piattini……e poi ancora, una volta tornati a casa, abbiamo acceso il nostro bel camino e ci siamo crogiolati davanti al fuoco con una bella tazza di thé fumante al caramello! Abbiamo guardato un film spagnolo di animazione, Le avventure di Fiocco di Neve, che ha affascinato la Nanetta, la quale ha adorato la storia di questo piccolo gorilla bianco (per altro realmente esistito presso lo zoo di Barcellona) e delle sue peripezie…….e poi abbiamo colorato tantissimo, realizzato dei magneti da attaccare al nostro frigorifero ed ancora cucinato……
Rimarranno delusi i miei lettori più fedeli di questa ricetta perché io, che ho sempre predicato la stagionalità dei prodotti, vi propongo nel mese di gennaio una ricetta a base di pesche….è vero, avete ragione, però mi hanno mandato dei prodotti da provare e con cui inventare delle ricette, tra cui i Wafer Caprice, dei wafer arrotolati ripieni di crema alla nocciola. Ho ragionato un po’ sulla ricetta da preparare e quando ho visto nella dispensa queste pesche sciroppate mi si è accesa una lampadina….è una ricetta super veloce e super semplice ma che resta comunque sfiziosa!
Pesche sciroppate (calcolate due metà a persona)Succo delle pesche sciroppateMarmellata di pesche q.b.Wafer Caprice
In una padella cuocete le pesche sciroppate sino a quando saranno diventate dorate, mettetele in un piatto. Sempre nella stessa padella versate il succo delle pesche sciroppate e la marmellate di pesce: calcolate 1 cucchiaio di succo e un cucchiaio di marmellata a persona. Il succo delle pesche sciroppate insieme alla marmellata dovrà formare un caramello. Nel frattempo versate nell’incavo delle pesche un cucchiaino di marmellata di pesche, versate il caramello caldo e sbriciolateci sopra i wafer Caprice.  Golosissime queste pesche! Buon lunedì a tutti!

4 Commenti golosi
Articoli Correlati
Torta di pere e mandorle
27 novembre 2017
Muffin cioccolato fondente e banane
19 giugno 2017
Crostatine alla crema di limone e frutta fresca
8 giugno 2017
Riso

Risotto alla crema di porri, zafferano e stracchino



E’ stato un weekend decisamente casalingo quello che ci siamo appena lasciati alle spalle. Venerdì sera, proprio alla vigilia del fine settimana, la Nanetta aveva 38.6 di febbre…..mentre sabato mattina ci siamo alzati con un bel 38.9 di febbre; capirete che ogni velleità di uscita è stata drasticamente annullata dalle sue esigenze e quindi ci siamo ritrovati a passare due giorni dentro casa a leggere, attaccare adesivi sul libro di Frozen, ascoltare su Youtube la colonna sonora sempre di Frozen che ho scoperto essere cantata dalla stessa attrice che interpreta Violetta (noi a Violetta non ci siamo ancora arrivati ma quel giorno lo sento molto vicino….) e cucinare. 

Ho preparato delle patate al forno con salsicce al radicchio tardivo, questo risotto gustosissimo, le famose endives au jambon, delle pesche sciroppate con ripieno caramellato, le lasagne per questa sera e persino le polpette….insomma fine settimana sicuramente proficuo in cucina, molto meno per la nostra linea ed il nostro peso che continua ad aumentare.

Buon lunedì a tutti…..questa è la prima settimana lunga dopo il break natalizio…..so già che sarà tutta in salita!

Ingredienti
250 gr di riso carnaroli1 porro di medie dimensioni50 gr di stracchino1 bustina di zafferanoOlio evo q.b.Brodo vegetale q.b.3 cucchiai di parmigiano reggiano grattato1 cucchiaio di latte

Tagliate a rondelle il porro, in una pentola scaldate un goccio di olio e fate dorare il porro a fuoco bassissimo. Una volta cotto, frullatelo nel mixer aggiungendo il latte ed aggiustando di sale. Cominciate la cottura tradizionale del risotto; a metà cottura aggiungete la crema di porri. Diluite in mezzo di bicchiere di brodo caldo, lo zafferano. Usate questo brodo per continuare la cottura del risotto. Quando il risotto sarà cotto, spegnete ed unite lo stracchino ed il parmigiano. Mescolate bene il tutto. Verificate se occorre aggiustare di sale. Servite in tavola caldo.  
5 Commenti golosi
Articoli Correlati
Manzo all’olio
11 dicembre 2017
Fettuccelle di farina di lenticchie, pomodoro e briciole di cotechino
7 dicembre 2017
Focaccia con gorgonzola e radicchio saltato
5 dicembre 2017
Dolci

Crema di mascarpone al whisky


Sono stanchissima……dopo aver lavorato tutta la notte con la mia scopa volante, è giunta per me l’ora di andare a dormire….ma in quest’ultimo giorno di festa dedicato alla più dolce delle streghette, vi lascio una ricetta da utilizzare per finire gli ultimi pezzi di pandoro o panettone che ancora girano per casa…..provate questa crema ….noi l’abbiamo proposta per il cenone di fine anno ed è stata graditissima a tutti!


E con questa dolcezza un po’ alcolica, auguro a tutte le Befanette che mi seguono una dolcissima festa!
400 gr di mascarpone
4 uova
60 gr di zucchero
15 dl di whisky

In una terrina lavorate i rossi dell’uovo con lo zucchero, sempre continuando a mescolare, aggiungete il mascarpone ed il whisky. Nel frattempo montate a neve le chiare delle uova aggiungendo un pizzico di sale. Unite delicatamente le chiare al composto, mescolate ed amalgamate bene il tutto. Lasciate riposare in frigorifero per almeno 3 ore. Tirate fuori dal frigo 15 minuti prima di consumarla. Simply delicious!
….Dimenticavo! Buona ripresa a tutti coloro che domani ricominciano a lavorare!
Lascia un commento goloso
News

La ricetta della felicità


Dead or alive? I’m still live……ma sono in vacanza da tutto e da tutti e quindi anche dal mio blog che ho “trascurato” per un paio di settimane…ora sono tornata e per questo primo mese dell’anno ho diverse ricette strepitose.

Nell’attesa di scoprire le mie prossime creazioni, vi scrivo questa ricetta della felicità ed auguro a tutti un 2014 pieno di salute e di serenità:
Mescolate 200 gr di sorrisi
Rompete qualche uova di piacere
Aggiungete una scorza di buonumore
Versate 125 kg di felicità
Fate cuocere il tutto per poco più di un’ora
Togliete dalla forma con ardore e divorate il tutto con Amore!
 
A prestissimo sempre su queste pagine!
Lascia un commento goloso
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.