Archivio Mensile

novembre 2013

Riso

Risotto carciofi, stracchino e pancetta croccante



Dopo il weekend appena trascorso possiamo affermare con assoluta certezza che l’inverno è arrivato.
E pensare che il mio limone, dopo il tiepido autunno, è in fiore, mentre il mandarino è pieno di frutti in corso di maturazione! Per ingannare il tempo ed evitare di stare troppo al freddo, abbiamo portato la Nanetta al cinema a vedere Planes, l’ultimo film della Walt Disney; abbiamo addobbato l’albero di Natale che quest’anno è alto  2,10 mt ma, la cosa più bella del weekend, è stata l’inaugurazione ufficiale della stagione del camino. 

Ieri pomeriggio, dopo un’abbondante mangiata di tortelli di zucca fatti in casa da mia suocera (per la ricetta portate un po’ di pazienza, la sto trascrivendo!), siamo rientrati a casa ed abbiamo deciso di accendere il camino, mentre ci apprestavamo a decorare l’albero di Natale. Sarà stata la digestione lenta, il calore del camino o l’atmosfera decisamente invernale, fatto è che la piccola di casa si è addormentata sul divano ipnotizzata dalle lingue di fuoco che vedeva davanti a se e per svegliarla  ci sono volute le cannonate….ma oltre alla stagione del camino abbiamo ripreso, già da qualche settimana, la stagione dei risotti.La ricetta che vi propongo oggi è preparata con i primi carciofi della stagione, con un po’ di pancetta croccante e con lo stracchino della nostra mitica cascina. Provatelo, con questo freddo è proprio la ricetta che ci vuole!
Buona settimana!
200 gr di riso Carnaroli
2 carciofi interi
60 gr di pancetta dolce tagliata a dadini
60 gr di stracchino
3 cucchiai di parmigiano grattugiato
1 spicchio di aglio
olio q.b.
brodo vegetale q.b.
sale e pepe q.b.

Pulite i carciofi, poi immergeteli in acqua e limone. Asciugateli e tagliateli a spicchi. In una padella scaldate un po’ di olio, fate rosolare lo spicchio d’aglio ed aggiungete i carciofi. Li lascerete cuocere per una decina di minuti a fuoco vivace. Salateli. Lasciate da parte alcuni spicchi di carciofi che utilizzerete per la decorazione, prendete la maggior parte dei carciofi e frullateli. In una padella saltate la pancetta sino a quando non diventerà croccante. Cominciate la cottura del risotto in maniera tradizionale aggiungendo del brodo all’occorrenza. A metà cottura unite la crema di carciofi. Proseguite la cottura, a cottura quasi ultimata versate la pancetta e terminate la cottura. Mantecate il risotto con lo stracchino ed aggiungete il parmigiano. Decorate il risotto con gli spicchi di carciofi che avrete messo da parte e servite caldo.
2 Commenti golosi
Articoli Correlati
Risotto con asparagi e prosciutto crudo
26 maggio 2017
Risotto castagne, porcini e pancetta croccante
17 gennaio 2017
Risotto nocciole e tartufo nero
7 dicembre 2016
Carne

Lonza di maiale al latte con purea di patate


Eccomi qua! Non sono scappata all’estero, o meglio, sono scappata all’estero ma poi sono tornata! Scherzi a parte, la mia assenza dal blog è dovuta non soltanto al viaggetto oltre Alpi che mi sono concessa, ma anche al fatto che, al mio rientro in Italia, sono stata risucchiata dal lavoro, dalle mille attività scolastiche e familiari che non mi hanno lasciato il tempo di scrivere……

……Ma cominciamo tutto dall’inizio, cioè dal weekend lungo che mi sono concessa a Parigi. Devo ringraziare pubblicamente mio marito, l’Uomo Goloso, che mi ha spinta a prendermi questo break e che si è reso disponibile ad occuparsi a tempo pieno per 4 giorni della Nanetta; ma i miei ringraziamenti vanno anche ai miei suoceri che durante la mia assenza hanno svolto il ruolo di mensa e di preziosi babysitter. Il mio soggiorno a Parigi è stato all’insegna del ritrovarsi: ritrovare gli amici che non vedevo dal giorno del matrimonio, ritrovare i negozietti in cui ero solita andare quando vivevo a Parigi, ritrovare le vecchie abitudini ed i rituali dimenticati. Ho fatto shopping, ho mangiato, ho riso a crepapelle, ho spettegolato, ho fatto progetti, ho camminato (tanto), ho riflettuto, ho meditato, ho versato qualche lacrime, ho bevuto ed ho trovato anche il tempo di visitare una mostra, bellissima del resto, all’Orangeriededicata a Frida Khalo e a suo marito Diego Rivera, insomma sono stati 4 quattro assolutamente indimenticabili che mi hanno permesso di ricaricare le batterie.E visto che in periodo di cucinare non ho tanto tempo, vi scrivo al volo una ricetta di carne, facile facile, delicata e saporita al tempo stesso. Figurati che cucinata così la carne la mangio anch’io!
500 gr di lonza di suinobacche di ginepro q.b.1 spicchio di aglioolio evo q.b.aceto q.b.1 rametto di rosmarinoSale e pepe q.b.

Prendete il pezzo di lonza ed immergetela nell’aceto; mettete poi la carne in una terrina l’olio, il sale, il pepe, il rosmarino, lo spicchio di aglio schiacciato e le bacche di ginepro sempre schiacciate. Lasciatela marinare in frigo per 18 ore. Prelevate la lonza e disponetela in una pentola insieme all’olio in cui ha macerato, unite il latte (il latte dovrà ricoprire solo la parte inferiore della lonza). Cuocete a fuoco lento per 45 minuti girando di tanto in tanto. Nel frattempo sbucciate le patate e lessatele. Lasciate raffreddare la carne e tagliatela a fettine sottilissime. Passate le patate con lo schiaccia patate come se doveste fare un purè; disponete la purea di patate al centro del piatto, salandola leggermente, disponete le fettine sulla purea e versate sopra il sughetto della carne.
Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Calamari ‘mbottonati
17 agosto 2017
Insalata niçoise
14 agosto 2017
Pomodori con riso
8 agosto 2017
Pasta

Elicoidali con salmone fresco e zucchine croccanti



I weekend per la nostra linea sono sempre disastrosi….ci piace mangiare, ci piace cucinare e ci piace stare a tavola…..immaginatevi cosa può succedere dopo un weekend di 3 giorni! La bilancia dell’Uomo Goloso grida vendetta ed oramai sono ben pochi i pantaloni che gli vanno ancora bene. 


Abbiamo quindi deciso che nel mese di novembre cercheremo di essere sobri e parchi a livello alimentare: io sento già che, malgrado i buoni propositi, non ci riusciremo; abbiamo 3 zucche che aspettano solo di essere cucinate e tutta una serie di ricette da sperimentare e da proporvi.  Intanto nel weekend appena trascorso, con le ultimissime zucchine dell’orto abbiamo preparato questa pasta con del salmone fresco e delle zucchine che ci ha regalato un tocco d’estate in mezzo a tutto questo grigiore!Buona settimana a tutti! La mia sarà veramente corta, la settimana prossima vi dico dove sono andata e cosa sono andata a fare!
250 gr di elicoidali (in alternativa potete utilizzare anche i rigatoni)150 gr di salmone fresco 1 zucchina media¼ di cipollaParmigiano q.b.Olio evo q.b.Sale e pepe q.b.

Tagliate a rondelle sottilissime le zucchine, affettate la cipolla mentre il salmone dovrà essere tagliato a striscioline. In una padella scaldate l’olio, unite la cipolla, quando sarà dorata, aggiungete le zucchine che dovranno cuocere 7-8 minuti a fuoco alto, a cottura quasi ultimata versate anche il salmone a cui basteranno un paio di minuti di cottura. Cuocete la pasta, scolatela, riservando un poco di acqua di cottura da parte nel caso in cui la pasta dovesse rivelarsi troppo asciutta. Condite la pasta con l’intingolo, cospargete con una generosa manciata di parmigiano e servite in tavola.
2 Commenti golosi
Articoli Correlati
Calamari ‘mbottonati
17 agosto 2017
Insalata niçoise
14 agosto 2017
Pomodori con riso
8 agosto 2017
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.