Etichetta

Sicilia

Pasta, Verdure

Orecchiette di grano arso con pesto di finocchietto, mandorle e ricotta salata

Orecchiette di grano arso con pesto di finocchietto, mandorle e ricotta salata

Anche se si muore di caldo ed in cucina ci sono 800◦ ogni tanto bisogna pur cucinare. Per accontentare l’Uomo Goloso che moriva dalla voglia di un piatto di pasta, ho preparato queste orecchiette di grano arso condite con pesto di finocchietto che evoca tanto i sapori e gli odori del sud e che lui si è spazzolate in 5 minuti. Che dite gli saranno piaciute?

Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Fichi caramellati con miele e feta
5 settembre 2017
Bigoli con pesto di zucchine ed acciughe del Cantabrico
28 agosto 2017
Calamari ‘mbottonati
17 agosto 2017
Pasta, Pesce

Spaghetti alla chitarra con ragù di lampuga

Spaghetti alla chitarra con ragù di lampuga
Spaghetti alla chitarra con ragù di lampuga

I nutrizionisti consigliano sempre di consumare quantità importanti di pesce azzurro che è da preferire ad altri pesci di grandi dimensioni. E’ vero che io per prima sono portata a comperare e cucinare tonno, pesce spada o salmone perché hanno il pregio di essere dei pesci estremamente versatili e di non avere spine…..perciò quando ho trovato della lampuga fresca l’ho subito comperata anche se non sapevo bene cosa farci e come prepararla. Mi son fatta un giro su Internet ed ho trovato questa ricetta di pasta con ragù di lampuga. Io l’ho modificata aggiustandola alla mia maniera e ve la propongo oggi……

Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Coda di rospo in potacchio
23 ottobre 2017
Risotto cavolfiore viola acciughe stracchino
19 ottobre 2017
Scamorza al forno dai sapori autunnali
16 ottobre 2017
Pasta, Pesce, Verdure

Pasta chi vruoccoli arriminati ovvero pasta con i broccoli in tegame

Pasta chi vruoccoli arriminati ovvero pasta con i broccoli in tegame

Ci siamo lasciati l’inverno alle spalle, la primavera è ormai arrivata; in questa stagione di transizione possiamo ancora trovare le verdure dell’inverno, ma sui banchi del mercato fanno già capolino le verdure primaverili: asparagi innanzitutto, agretti ed ancora carotine e spinaci novelli…..

Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Tagliolini ai finferli e pancetta croccante
26 settembre 2017
Ditalini con patate e zucchine
19 settembre 2017
Bigoli con pesto di zucchine ed acciughe del Cantabrico
28 agosto 2017
Pasta

Pasta 5 buchi ai profumi delle isole


Oggi vi propongo una ricetta fatta con ingredienti Made in Sicily. Per una strana coincidenza del caso, mi sono ritrovata in casa una serie di materie prime che mi hanno portato dalla Sicilia oppure che io ho comperato ma che sono sempre siciliane.



La pasta 5 buchi è un formato tipico della tradizione siciliana; la salsa di pomodori datterini e piccadilly di questa piccola azienda PachinEat in provincia di Siracusa è dolcissima ed indicata per i bambini; i filetti di sgombro al naturale di Sebastiano Dragosono invitanti, mentre i capperi e l’origano delle isole Eolie non hanno bisogno di presentazioni…..avevo in casa, senza averlo realizzato, tutti gli ingredienti per preparare una pasta semplicissima ma dal sapore intenso e decisamente estivo. Non conoscevo il formato di pasta 5 buchi e devo riconoscere che si è trattato di una piacevole scoperta. La rifaccio anche stasera ai miei genitori che stanno arrivando da Roma…..
La Nanetta ha gradito tantissimo questo formato così come l’Uomo Goloso, per non parlare della sottoscritta che, essendo a dieta, ha diritto a soltanto a 80 gr di pasta….una vera tragedia per una come me che adora la pasta….
250 gr di pasta 5 buchi
200 gr di passata di pomodoro pachino/piccadilly
3 cucchiaini di origano
1 cucchiaio di capperi salati
1 cucchiaio di olive nere denocciolate (tipo Gaeta o taggiasche)
120 gr di filetti di sgombro al naturale
1 spicchio di aglio
2 cucchiai di pecorino grattugiato
olio evo q.b.
sale q.b. se necessario


In una padella con un filo di olio, scaldate 1 spicchio di aglio, unite i capperi, le olive, la salsa di pomodoro. Cuocete a fuoco svelto per 3-4 minuti, aggiungete lo sgombro fatto a pezzi e proseguite la cottura per un paio di minuti, alla fine, prima di spegnere il fuoco aggiungete un copioso cucchiaio di origano. Cuocete la pasta, scolatela e conditela con la sugo appena preparato aggiungendo del pecorino grattugiato al momento. Personalmente io non ho aggiunto del sale: i capperi salati ed il pecorino hanno conferito al piatto il giusto punto di sapidità. 

Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Coda di rospo in potacchio
23 ottobre 2017
Risotto cavolfiore viola acciughe stracchino
19 ottobre 2017
Scamorza al forno dai sapori autunnali
16 ottobre 2017
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.