Etichetta

Dolci

Dolci, Frutta

Plumcake allo yogurt e burro di mandorla

Plumcake allo yogurt e burro di mandorla

Ho comprato del burro di mandorle e del burro di nocciole: in realtà si tratta di una pasta oleosa ottenuta dalla spremitura delle mandorle o delle nocciole senza aggiunta di zuccheri o di altre sostanze. Ho voluto sperimentare questa pasta di mandorle per la realizzazione di uno dei miei cake che preparo per la prima colazione; l’ho utilizzata al posto del burro per questo plumcake soffice soffice a cui ho aggiunto anche dello yogurt evitando così l’utilizzo del burro. Il risultato mi ha molto soddisfatto, il plumcake è venuto morbido con un gusto di mandorla gradevole, non intenso ma delicato. A breve mi cimenterò anche con la preparazione di un dolce con il burro di nocciole che vorrei però abbinare al cioccolato….vediamo cosa uscirà fuori! Vi tengo aggiornati!

Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Riso alla cantonese
16 marzo 2017
Polpette di verza con cuore fondente di provolone molisano
7 marzo 2017
Insalata finocchi, pere e pecorino
2 marzo 2017
Dolci

Alberello di Natale al profumo di spezie

Alberello di Natale al profumo di spezie

Ci siamo quasi, manca meno di una settimana a Natale e fervono i preparativi. Quest’anno ho deciso di ri-proporvi nel periodo della feste una serie di ricette degli anni passati che hanno riscosso particolare successo e che sono in tema natalizio. Comincio con questo albero di Natale al profumo di cannella e chiodi di garofano, adattissimo per un thè pomeridiano…..

 

Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Fiori di zucca con ripieno di ricotta e maggiorana
23 settembre 2016
Colomba di Pasqua
25 marzo 2016
Imparare divertendosi !
11 marzo 2013
Dolci, Frutta

Crostata di mele e vaniglia

Crostata di mele e vaniglia
Crostata di mele e vaniglia
Crostata di mele e vaniglia

Non so se capita anche a voi ma io ho degli alimenti che non amo particolarmente mangiati da soli, ma che invece adoro quando sono cucinati o trasformati….è il caso delle mele, un frutto che mangio raramente e che non amo particolarmente….ma che adoro invece all’interno di torte, pie, crostate. Devo dire che i dolci a base di mele sono fra i miei preferiti. In autunno preparo spessissimo il cake con mele, mandorle e cannella che vi ho già proposto, il tortino di mele di mia mamma…e la settimana scorsa ho voluto provare anche questa crostata di mele il cui impasto è arricchito dal profumo esotico della vaniglia. Assolutamente da provare!

Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Risotto mirtilli e porcini
29 novembre 2016
Canederli di barbabietola su letto di sedano rapa
14 novembre 2016
Risotto con zucca, prosciutto di Parma ed uvetta
2 novembre 2016
Dolci

Meringata ciocco-banana


Anche se sono in vacanza al mare ed anche se le temperature sono meno alte di quelle che si possono trovare a Roma o a Milano, il caldo torrido imperversa pure qui e di mettersi dietro ai fornelli non c’è proprio verso. Nelle prime ore del pomeriggio, al momento della siesta di Cucciolo, il caldo raggiunge il suo apice e l’unico refrigerio possibile è mettersi ammollo. 

Oggi  ho pensato quindi di postarvi questa ricetta di dolce buonissima. Premetto che non sono un’amante delle meringhe e che questa ricetta mi ha definitivamente riconciliato con i suddetti dolci che hanno il difetto, a mio modesto avviso, di essere  troppo ma veramente troppo zuccherati…..Ho provato questa meringata la prima volta sotto lo sguardo scettico dell’Uomo Goloso che proprio come me non nutre particolare simpatia per le povere meringhe……il suo giudizio favorevole è stato, a maggior ragione, ancora più gradito;  in questa ricetta poi, non c’è bisogno di cottura, si può preparare con diversi giorni di anticipo e nelle serate con amici riscuote sempre un grande successo….e, inoltre, è personalizzabile in mille modi. In estate potete mettere oltre alle immancabili meringhe, della frutta di stagione, a Pasqua metterete dei piccoli ovetti colorati mentre, nelle feste dei bambini, le M&M’s faranno un figurone!
Buona settimana e buon caldo……..
Per 8/10 persone1 lt di panna liquida da montare200 gr di meringhe4 cucchiai di zucchero1 tavoletta di cioccolato fondente da 150 gr3 banane1 pizzico di sale per montare la panna

Sbriciolate con le mani in maniera grossolana le meringhe; con un coltello sbriciolate la cioccolata fondente; mettete per una mezz’ora circa la panna liquida nel freezer in modo che si raffreddi per bene. Tagliate a rondelle le banane. Montate la panna; per renderla dolce, ma non troppo, 4 cucchiai di zucchero possono bastare. Unite le meringhe, la cioccolata sbriciolata e le banane fatte a pezzi. Mettete il tutto in una pirofila, livellate bene e riponete nel congelatore almeno 24 ore. Tirate fuori la meringata almeno 15-20 minuti prima di servirla, se vi piace potete decorarla con del cioccolato in polvere proprio come fareste per il tiramisù. 
1 Commento goloso
Articoli Correlati
Riso alla cantonese
16 marzo 2017
Plumcake allo yogurt e burro di mandorla
10 marzo 2017
Polpette di verza con cuore fondente di provolone molisano
7 marzo 2017
Dolci

Pandoro farcito con mascarpone allo zabaione


 Scusate scusate scusate ma quest’anno, sul mio blog, non si è respirata l’aria natalizia: sarà perché siamo ritornati dal nostro viaggio di nozze il giorno dell’Immacolata quando oramai il mese di dicembre era già iniziato; sarà che, al mio rientro al lavoro, sono stata letteralmente travolta da tutte le cose che si erano accumulate sulla mia scrivania e che dovevano essere fatte prima della chiusura aziendale; sarà che le lavatrici fatte dopo il viaggio aspettavano tutte pazientemente il turno di stiratura…..insomma per farvela breve sul mio blog sono state completamente assenti le ricette legate al Natale. A casa abbiamo fatto, appena tornati, l’albero di Natale ed il presepe, oltre ad aver appeso le decorazioni ma, confesso di non avere avuto il tempo per preparare i papassini ed altri dolcetti che transitano solitamente nella nostra cucina….oggi cerco di rimediare con questa ricetta di pandoro farcito di mascarpone allo zabaione à tomber…..io ho già prenotato il mascarpone presso la mia solita cascina che mi rifornisce……ho già l’acquolina in bocca!
E se non dovessi trovare il tempo in tutta questa frenesia pre-natalizia, di postare un’altra ricetta, vi auguro di trascorrere un Natale sereno circondati dall’affetto dei vostri cari!
 
1 pandoro da 750 gr300 gr di mascarpone6 tuorli180 gr di zucchero16 cucchiai di MarsalaIn una terrina lavorate bene il mascarpone. In una casseruola, sbattete i tuorli con lo zucchero sino a quando sono diventati chiari, poi versate il Marsala continuando a mescolare. Fate cuocere questo composto a bagnomaria per 10 minuti continuando a mescolare sino a quando non comincerà a montare. Togliete la casseruola dal fuoco ed aggiungete il mascarpone mescolando bene. Tagliate la base del pandoro, farcitelo e richiudetelo, lasciate raffreddare un paio di ore e poi mettete il pandoro in freezer per 12-18 ore almeno. Tirare fuori una decina di minuti prima di consumarlo. Se proprio volete esagerare, potete ricoprire il vostro pandoro ipocalorico con della cioccolata fusa……
 
5 Commenti golosi
Articoli Correlati
Plumcake allo yogurt e burro di mandorla
10 marzo 2017
Alberello di Natale al profumo di spezie
19 dicembre 2016
Crostata di mele e vaniglia
10 novembre 2016
Dolci

Torta di riso e ricotta


Continuano i miei esperimenti di dolci preparati con la ricotta; dopo la torta di ricotta e fragole, quella di cioccolato, ricotta e nocciole, eccovi una torta che abbina due ingredienti che CI piacciono molto: il riso e la ricotta, il riso all’Uomo Goloso, la ricotta a me……con questa torta ho cercato di trovare un compromesso tra il mio desiderio di mangiare una torta morbidosa e la legittima fantasia dell’Uomo goloso di un dolce a base di riso che non fosse il riso al latte…..eccolo accontentato con questa torta che mette tutti i membri della nostra famiglia d’accordo…e sì perché non pensate che la Nanetta non abbia voce in capitolo in fatto alimentare, anzi la maggior parte delle volte, all’origine dei miei esperimenti in cucina, c’è proprio lei e c’è il mio desiderio di mamma di farla mangiare in modo equilibrato. In questa ricetta, poi, ho frullato tutti gli ingredienti con l’obiettivo di rendere la torta più invitante proprio per lei….. Anche se è giovedì, buon weekend a tutti! Io, se il tempo CI assiste, sono di sagre……..ma questo è un altro discorso e vi aggiornerò la settimana prossima!

 200 ml di latte150 gr di riso 180 gr di zucchero400 gr di ricotta3 uova1 pizzico di saleMescolate 400 ml di acqua con il latte ed un pizzico di sale: mettete sul fuoco ed aggiungete il riso. Fate cuocere il riso nell’acqua-latte sino a quando il liquido non si sarà assorbito completamente. Unite poi lo zucchero, mescolatelo e lasciate che il composto si raffreddi. Mettete il composto nel frullatore, frullatelo bene poi aggiungete la ricotta e le uova. Frullate bene il tutto, riempite una tortiera per crostate o per cake, infornate a 170° per 35 minuti. Lasciate raffreddare prima di servire.

Volendo potete aggiungere nell’impasto l’uvetta oppure la vaniglia o, ancora, la cannella: io sono andata su di una versione semplice, standard ma voi fate lavorare la fantasia!
3 Commenti golosi
Articoli Correlati
Riso alla cantonese
16 marzo 2017
Plumcake allo yogurt e burro di mandorla
10 marzo 2017
Polpette di verza con cuore fondente di provolone molisano
7 marzo 2017
Dolci

Goloso Natale a tutti!


Eccoci arrivati alle porte del Natale: siete distrutti, stanchi morti, sderenati per questo tour de force pre-natalizio oppure aspettate impazientemente l’arrivo del Bambino Gesù e di Babbo Natale?
Per quanto mi riguarda io sono quasi pronta: all’appello mancano solo le prove di travestimento da Babbo Natale (prove che dovrò fare con mio marito visto che è stato scelto all’unanimità come Babbo Natale) e pensare alla decorazione della tavola per la vigilia……il resto è fatto J
Ma non è Natale senza il tradizionale albero ed io allora ne ho preparato uno goloso goloso per voi.
Passate tutti un sereno Natale!
Io vi saluto, vado ad immergermi nell’atmosfera infantile e magica del Natale e vi do appuntamento alla settimana prossima. Un grosso abbraccio! 
Ingredienti1 tuorlo d’uovo160 gr di farina40 gr di zucchero fine40 gr di burro40 gr di miele1 cucchiaino di bicarbonato di sodioCannella e chiodi di garofano macinati q.b. 
Per la glassa:150 gr di zucchero a velo
3 cucchiai di acqua
diavolini colorati q.b.Il burro ed il miele dovranno essere molto morbidi. Mescolate tutti gli ingredienti e lasciate riposare l’impasto per un paio d’ore in frigorifero.  Stendete l’impasto: lo spessore del foglio non dovrebbe superare i 2/3 mm. Con gli appositi  stampi ritagliate le parti dell’albero di Natale (io ho usato l’albero di Natale della Tescoma), disponetele sulla teglia da forno che avrete ricoperto con la carta forno, infornateli a 170° per 15 minuti circa. Tirateli fuori e lasciateli raffreddare prima di disporli sull’alberello.
Per la decorazione, potrete semplicemente cospargere il vs alberello con dello zucchero a velo in modo da ottenere l’effetto neve, oppure decorarlo con i diavolini colorati. In questo caso mescolate a fuoco basso l’acqua e lo zucchero a velo sino ad ottenere una crema bianca. Spalmate su ogni biscotto e lasiate rapprendere: spolverate poi con i diavolini colorati.
Ciao!
2 Commenti golosi
Articoli Correlati
Riso alla cantonese
16 marzo 2017
Plumcake allo yogurt e burro di mandorla
10 marzo 2017
Polpette di verza con cuore fondente di provolone molisano
7 marzo 2017
Dolci

Biscottini di nocciole


Non so voi, ma noi, residenti della Padania, sono tre giorni che viviamo avvolti nella nebbia. Per chi come me, e’ sempre vissuto in altre latitudini, ed è abituato a vedere il cielo (indipendentemente dal suo colore) ogni santo giorno, la nebbia era un concetto astratto sino a quando non mi sono trasferita in provincia di Milano. Arriva un giorno in cui inspiegabilmente apri le imposte e ti ritrovi avvolto in un muro di gomma bianco latte, impalpabile, che ti affascina e ti disorienta al tempo stesso. Mi ricordo che la prima volta che sono incappata nella nebbia, era tardo pomeriggio e rientravo dal lavoro…ad un certo punto mi sono ritrovata di fronte ad una spessa coltre di fumo bianco, panico totale perche’ tutti i miei sensori di orientamento erano andati in tilt ……ed ogni volta ho la stessa identica reazione, segno forse che io e la nebbia siamo geneticamente incompatibili….anche la Nanetta ha difficolta’ a capire la nebbia e stamane quando siamo uscite per andare all’asilo mi ha detto: “Mamma c’e’ buio”, proprio per farmi capire che la visibilita’ non era la stessa di sempre. E allora con questo tempo, l’unica cosa da fare e’ starsene a casa, accendere il forno e preparare qualcosa di buono da mettere sotto i denti.


Era da diverso tempo che volevo fare questi biscottini alle nocciole: è una ricetta che faceva sempre nonna Angela, la mamma di una mia amica che ora non c’è più…..andavo a trovarla spesso tra Natale e Capodanno e mi faceva trovare una grossa scatola di latta che conteneva questi deliziosi biscottini che non mi stancavo mai di immergere nel latte o nel thè.
Ora io li faccio per la Nanetta e vista la velocità con cui li inzuppa nel thè, ne ho dedotto che sono decisamente di suo gradimento! Eccovi la ricetta!

Ingredienti
1/2 kg di farina250 gr di burro4 tuorli250 gr di zucchero150 gr di nocciole macinate finementela buccia di un limone grattato
1 bustina di lievito per dolci
1 goccio di grappa (che eviterete di mettere se avete dei bambini)
Mescolate i tuorli, il burro morbido e lo zucchero sino ad ottenere un composto spumoso; in un’altra insalatiera, mescolate la farina ed il lievito. Unite questo secondo composto al primo: aggiungete la buccia del limone, il goccio di grappa e la farina di nocciole. Ricavate dall’impasto dei biscottini.
Per la forma di questi biscotti ho utilizzato la pratica forma biscotti della Tescoma che consente di personalizzare i propri biscotti e di scegliere tra tante trafile diverse….Disponete i biscotti su di una teglia ed infornate a 200° per una decina di minuti.Sorvegliateli bene perché si bruciano subito!Lasciateli raffreddare e nel frattempo, preparatevi una bella tazza di thé fumante.Buona nebbia a tutti ;-)))))
2 Commenti golosi
Articoli Correlati
Riso alla cantonese
16 marzo 2017
Plumcake allo yogurt e burro di mandorla
10 marzo 2017
Polpette di verza con cuore fondente di provolone molisano
7 marzo 2017
Dolci

Crema di mele e ricotta


La merenda dei nostri bambini è un appassionante argomento di conversazione tra le mamme al parco: c’è chi ha optato decisamente per i prodotti industriali più o meno lavorati (stile merendine &C.); chi, invece, propone sempre ed esclusivamente la frutta; chi ancora si è buttato sulle patatine & affiliati e chi, come me, è continuamente alla ricerca di nuovi spunti per rendere la merenda del pomeriggio un momento gustoso, piacevole e sano per la mia dolce Hulk (è questo il suo altro nomignolo che le abbiamo affibbiato, poi un giorno vi spiego perché ;-)))).
Devo confessare che spesso propongo alla Nanetta della frutta: in primis il kiwi- che fa tanto bene alla pupa ;-)))- e poi, in funzione della stagione, il mandarino, il melone, la pesca, i lamponi, la banana….e, in mancanza di frutta, ci sono sempre i fruttini che assolvono degnamente al loro compito…..oltre alla frutta, però, le preparo spesso il thé con il miele che lei mangia volentieri facendo quello che noi adulti definiremmo zuppetta con i biscotti, in realtà trattasi di poltiglia color fango che galleggia in quello che una volta era stato un thé!
E poi i crackers, il gelato d’estate, un pezzo di ciambellone, un toast al formaggio quando mi accorgo che all’asilo non ha mangiato molto, che ha una fame da lupo e che si sbranerebbe un bue intero J…oppure anche dei gherigli di noce di cui va matta e che pure le fanno benissimo. Quello che proprio non riesce a mandare giù è lo yogurt: niet, non c’è nulla da fare…..avrà preso dai suoi genitori perché sia io che mio marito, pur adorando i formaggi, non siamo amanti dello yogurt.
So per certo, pur non avendogliela mai comperata, che adora la Nutella perché qualche tempo fa, in occasione di una festa, ha agguantato un panino al latte con questa goduriosa crema spalmabile marrone e l’ha decisamente trovata di suo gradimento visto che, nel bel mezzo dello spettacolo quando tutti i bambini erano seduti naso all’aria a guardare le marionette, lei con il suo aplomb da elefante, si è alzata, è andata al tavolo del rinfresco ed ha messo le mani su ben due panini con la Nutella….se questo non è amore at first sight ditemi voi cos’è!
Comunque per farla breve co ‘sto sproloquio sulla merenda, la ricetta che vi propongo oggi è sostanzialmente quella di una merenda sana e completa perché ha al suo interno la ricotta, le mele, il miele e, nella versione per adulti, anche un goccio di liquore…..veramente per gli adulti questa ricetta è più adatta come dessert che come merenda….


Ingredienti per 4 coppette2 mele Golden250 gr di ricotta di mucca40 gr di zucchero bianco40 gr di mieleIl succo e la buccia di un’arancia bioUn goccio di limoncello (facoltativo)
Sbucciate le mele e tagliatele a fettine sottili. Mettetele in un pentolino unitamente al succo dell’arancia ed allo zucchero: cuocetele 15 minuti a fuoco basso e lasciatele raffreddare.Nel frattempo mettete in un frullatore la ricotta, il miele, la scorza grattugiata dell’arancia e, se volete, anche il goccio di limoncello.
Unite le mele al composto nel frullatore e mescolate il tutto: versate la crema nelle coppette e mettetela in frigorifero per 4 ore. Servite fredda.



6 Commenti golosi
Articoli Correlati
Riso alla cantonese
16 marzo 2017
Plumcake allo yogurt e burro di mandorla
10 marzo 2017
Polpette di verza con cuore fondente di provolone molisano
7 marzo 2017
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.