Etichetta

Bevanda

Bevande, Frutta

Storie in frigorifero e smoothie di lamponi e latte di mandorla

Storie in frigorifero e smoothie di lamponi e latte di mandorla

 



Mi piace molto leggere e mi piace anche recensire i libri. Chi mi segue da un po’,  sa che spesso recensisco libri che hanno come tema i bambini e l’alimentazione….ma questo libro che sto per segnalarvi è sicuramente fra quelli che più ci sono piaciuti. Storie in frigorifero, di Editoriale Scienza, svela ai suoi lettori, piccoli o grandi che siano, le tante avventure e curiosità che si nascondono dietro ai cibi che comunemente utilizziamo.  


Lo sapete che la forchetta ha fatto la sua prima apparizione ufficiale nell’XI secolo o che i semi del cacao importati in Europa dai conquistadores erano considerati cattivissimi? O ancora che i chicchi del caffè si mangiavano impastati con il burro prima che a qualcuno venisse l’idea geniale di trasformarli in polvere? Non indovinereste mai che le foglie del tè hanno dato origine ad una delle più importanti proteste contro le ingiuste tassazioni nella storia moderna! Mentre del sorbetto si sente parlare per la prima volta in Sicilia! Storie in frigorifero racconta ben 26 storie culinarie, tutte da gustare e da condividere a casa, a scuola ma, soprattutto, a tavola!Leggendo il libro si evince che alcune ricette famose sono nate per caso ma, più spesso, per sbaglio; altre sono state invece create nelle cucine di re o di papi, mentre altre ancora derivano dall’incontro tra culture diverse. Io e la Nanetta ci siamo divertite moltissimo a leggere questo libro ed abbiamo trovato anche il tempo per prepararci questo delizioso smoothie ai lamponi ed al latte di mandorle. Se poi volete dare un’occhiata agli interessanti libri che compongono questa collana, cliccate qui:

Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Spaghettoni alla puttanesca…di mare
9 maggio 2017
Insalata di barbabietola, patate e pancetta
14 aprile 2017
Riso alla cantonese
14 aprile 2017
Bevande

Smoothie con latte di mandorle e pesche nettarine


Non so da voi, ma da me, in provincia di Milano c’è un’afa e un tasso di umidità insopportabile. Per combatter questa calura, oltre a mangiare frutta in quantità industriale, mi preparo anche degli ottimi frullati. C’è solo un piccolo problema: in genere ai frullati si aggiunge un po’ di latte, ebbene io ed il latte non andiamo molto d’accordo…..ho provato quello di soia e quello di riso, ma il loro sapore non mi convince ed allora ho cominciato ad usare il latte di mandorla. Ho fatto alcuni esperimenti mescolandolo con tipi di frutta diversi (provatelo anche con le pere), il risultato non è niente male ma devo dire che abbinato alle pesche nettarine è proprio buono. Voilà quindi una ricetta adatta anche ai vegani (naturalmente nel loro caso non si aggiunge il miele) oppure a coloro che sono intolleranti al lattosio. E’ fresca, è semplice e per i bambini rappresenta una merenda estiva diversa dal tradizionale gelato.
Io ed il mio blog vi salutiamo: faccio un altro break di un paio di settimane. Ci ritroviamo sempre su Quaderni Golosi intorno al 20 di agosto….ma niente paura……in questo periodo continuerò a sperimentare e vi aspetto con nuove gustosissime ricette per grandi ma, soprattutto, per bambini!
Bonnes vacances à vous tous!


Ingredienti per 2 bicchieri200 ml di latte di mandorle
2 pesche nettarine bianche mature
3 cubetti di ghiaccio
2 cucchiaini di miele (facoltativo) 
Pulite le pesche e fatele a pezzetti, mettetele nel frullatore, aggiungete il latte di mandorla, i cubetti di ghiaccio ed il miele. L’aggiunta del miele è facoltativa: se le pesche sono molto mature e quindi già zuccherine, potete benissimo evitare di aggiungere altro.  Servite lo smoothie freddo.




Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Spaghettoni alla puttanesca…di mare
9 maggio 2017
Insalata di barbabietola, patate e pancetta
14 aprile 2017
Riso alla cantonese
14 aprile 2017
Bevande

Gazpacho di melone


Oramai l’avrete capito: il melone mi piace in tutte le salse e dopo che ho scoperto che si abbina benissimo ad alimenti salati, ogni settimana sperimento ricette nuove sempre a base di questo delizioso frutto arancione. La ricetta di oggi è un omaggio ad una famosissima preparazione, il gazpacho, che però io non utilizzo molto perché non riesco a digerire il cetriolo ed il peperone: l’accostamento dei due, in una sola ricetta, diventa per il mio povero stomaco micidiale, però il concetto alla base del gazpacho mi piace molto, mi piace soprattutto l’idea di una bevanda a base di frutta e/o verdura salata e quindi adatta per il rito dell’aperitivo.
Ed è stato così che mi sono imbattuta su questa ricetta, scovata su di un sito francese ;-))))) L’ho sperimentata un paio di volte la settimana scorsa e mi è piaciuta molto……ognuno poi troverà il suo equilibrio in questo gazpacho perché c’è a chi piace più salato, più piccante, più corposo: starà a voi aggiungere quel pizzico in più di sale, di paprika o di pane in cassetta!
Buon aperitivo a tutti anche se è mattina e la settimana è appena incominciata!


Ingredienti500 gr di melone maturo  1 fetta di pane in cassetta1 cucchiaio almeno di olio d’oliva 1 cucchiaio di aceto bianco ½ cucchiaino di paprika sale e pepe q.b.1sale, pepe
Togliete la crosta al pane in cassetta e tagliatelo a cubetti. Tagliate il melone in due e svuotatelo dei semi: tagliate a dadini 500 gr di polpa. Con il melone che vi resta, fate delle piccole sfere che utilizzerete per decorare il gazpacho. Nel mixer mettete il pane in cassetta, l’olio evo, l’aceto : fate andare il mixer in modo da ottenere un composto molto liquido. Aggiungete il sale, il pepe e la paprika. Versate il gazpacho nei bicchieri oppure in una caraffa e lasciate raffreddare in frigo per 4 ore almeno. Al momento di servirlo, rigorosamente freddo, aggiungete le biglie di melone.
2 Commenti golosi
Articoli Correlati
Storie in frigorifero e smoothie di lamponi e latte di mandorla
12 giugno 2015
Smoothie con latte di mandorle e pesche nettarine
5 agosto 2011
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.