Etichetta

Autunno

Frutta, Riso

Risotto mirtilli e porcini

Risotto mirtilli e porcini

Siamo stati a fine ottobre in un ristorante in cui abbiamo assaggiato questo delicatissimo risotto mirtilli e porcini….era naturale che provassi a rifarlo a casa ispirandomi alla ricetta originale ma aggiungendo, come faccio di solito, le mie idee. E’ venuto fuori un risotto dai colori inediti ma dal sapore invitantissimo!

Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Canederli di barbabietola su letto di sedano rapa
14 novembre 2016
Crostata di mele e vaniglia
10 novembre 2016
Risotto con zucca, prosciutto di Parma ed uvetta
2 novembre 2016
Minestre e Zuppe, Pasta, Verdure

Canederli di barbabietola su letto di sedano rapa

Canederli di barbabietola su letto di sedano rapa

E’ proprio vero che non è mai troppo tardi per imparare ad apprezzare i cibi (lo stesso principio vale, a mio avviso, anche applicato alle persone o ai luoghi)….ed io sto imparando ad apprezzare la barbabietola. Recentemente ho comperato della barbabietola sottovuoto e oltre a riproporre il risotto con gorgonzola e barbabietola, ho sperimentato qualche ricetta che vi proporrò nel corso delle prossime settimane tra cui questi canederli rosa delicatissimi ed ancora più delicato è il letto di sedano rapa che li accompagna.

Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Risotto mirtilli e porcini
29 novembre 2016
Crostata di mele e vaniglia
10 novembre 2016
Risotto con zucca, prosciutto di Parma ed uvetta
2 novembre 2016
Dolci, Frutta

Crostata di mele e vaniglia

Crostata di mele e vaniglia
Crostata di mele e vaniglia
Crostata di mele e vaniglia

Non so se capita anche a voi ma io ho degli alimenti che non amo particolarmente mangiati da soli, ma che invece adoro quando sono cucinati o trasformati….è il caso delle mele, un frutto che mangio raramente e che non amo particolarmente….ma che adoro invece all’interno di torte, pie, crostate. Devo dire che i dolci a base di mele sono fra i miei preferiti. In autunno preparo spessissimo il cake con mele, mandorle e cannella che vi ho già proposto, il tortino di mele di mia mamma…e la settimana scorsa ho voluto provare anche questa crostata di mele il cui impasto è arricchito dal profumo esotico della vaniglia. Assolutamente da provare!

Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Risotto mirtilli e porcini
29 novembre 2016
Canederli di barbabietola su letto di sedano rapa
14 novembre 2016
Risotto con zucca, prosciutto di Parma ed uvetta
2 novembre 2016
Riso, Verdure

Risotto con zucca, prosciutto di Parma ed uvetta

Risotto con zucca, prosciutto di Parma ed uvetta

Vi avevo parlato qualche settimana fa della bellissima serata trascorsa in compagnai di altri 5 foodblogger e delle cucine Bertazzoni. In quell’occasione avevamo cucinato un risotto alla zucca con uvetta e prosciutto di Parma squisito…..e visto che questa è la stagione della zucca, ho voluto rifarlo in casa con l’aiuto dell’Uomo Goloso che oramai in cucina è diventato più bravo di me!

 

Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Risotto mirtilli e porcini
29 novembre 2016
Canederli di barbabietola su letto di sedano rapa
14 novembre 2016
Crostata di mele e vaniglia
10 novembre 2016
Pesce, Riso, Verdure

Risotto porcini e scampi

Risotto porcini e scampi

Mi piacciono moltissimo i funghi porcini e sono rimasta delusissima quando ho appreso che quest’anno la produzione di porcini ha registrato i minimi storici non solo in Italia ma in generale in tutta l’Europa.

Ho persino chiamato una mia amica francese il cui papà commercia proprio in funghi e mi ha confermato che effettivamente anche a Rungis (a Rungis ci sono i mercati generali che servono tutta la Francia) se ne trovano pochissimi!

Ed allora ho deciso di fare scorta di funghi porcini congelati e secchi…..e con i funghi porcini congelati ho preparato questo risotto profumatissimo ma delicatissimo al tempo stesso: una vera delizia per il palato e per il naso!

Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Risotto mirtilli e porcini
29 novembre 2016
Canederli di barbabietola su letto di sedano rapa
14 novembre 2016
Crostata di mele e vaniglia
10 novembre 2016
Cereali e Legumi, Minestre e Zuppe

Vellutata castagne e lenticchie

Vellutata castagne e lenticchie

Con l’arrivo dei primi freddi, ritorna la voglia di zuppe e di vellutate….di comfort food che fanno bene alla salute ma anche al morale……ho voluto recentemente provare  questa crema di castagne e lenticchie decorticate che fa tanto autunno e riscalda queste prime giornate di grigio!

 

Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Risotto mirtilli e porcini
29 novembre 2016
Canederli di barbabietola su letto di sedano rapa
14 novembre 2016
Crostata di mele e vaniglia
10 novembre 2016
Verdure

Zucca saltata con guanciale e rosmarino




Questa settimana me la gioco vegetariana…..in realtà questa settimana dovrei proprio stare a dieta, visto la scorpacciata di cioccolata che ho fatto martedì scorso in occasione di un evento organizzato da Pernigotti e destinato ai più piccoli presso la scuola Clorofilla di Milano, dove giornaliste e blogger sono state invitate insieme ai loro bambini per una merenda decisamente golosa. 


Durante le vacanze di Natale avevamo visto Il piccolo Principe, delizioso capolavoro di animazione direttamente tratto dall’omonimo libro di Antoine de Saint-Exupéry. Il film ci era piaciuto moltissimo tanto da spingermi a riesumare il mio vecchio libro nella versione originale, quindi in francese, che ho letto alla Nanetta, capitolo dopo capitolo. I signori della Pernigotti hanno trasformato in dolcezza la poesia contenuta in questo breve ma intramontabile libro che con leggerezza ed acume al tempo stesso affronta temi complessi come l’amicizia e l’amore.  
Pernigotti infatti ha deciso di “collaborare” con il Piccolo Principe per realizzare una serie di latte personalizzate con le scene originali del film. All’interno delle latte poi il contenuto è dolcissimo: gianduiotti e cremini declinati nei gusti al latte e fondente per pause golose irripetibili. 





Ed ora vi posto questa ricettina semplice semplice al volo!
Per 1 persona200 gr di zucca
1 scalogno
30 gr di guanciale
1 rametto di rosmarino
olio evo q.b.

Tagliate la zucca a cubetti ed affettate lo scalogno. Tagliate a listarelle sottilissime il guanciale.  In una pirofila da forno, mettete dell’olio evo, adagiate il guanciale, la zucca, lo scalogno, il rosmarino ed il sale grosso. Lasciate in forno per 35 minuti circa avendo cura di mescolarlo di tanto in tanto. Servite calda o tiepida.
Buon weekend a tutti, ma soprattutto buon riposo!


Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Risotto mirtilli e porcini
29 novembre 2016
Canederli di barbabietola su letto di sedano rapa
14 novembre 2016
Crostata di mele e vaniglia
10 novembre 2016
Cake e Torte Salate

Pizza patate speck e stracchino


Ci stiamo avvicinando a grandi passi al Natale: è tempo di aperitivi, cene e merende natalizie, di saluti, di incontri, di chiacchiere tutti all’insegna del mangiare bene e del bere tanto……ma spesso, se si decide di organizzare degli aperitivi o delle merende natalizie in casa propria il tempo per preparare degli stuzzichini gustosi è poco…..ed allora io, in occasione di una merenda-aperitivo, ho optato  per delle pizze, farcite e decorate in modi diversi e dai gusti completamente diversi. E’ il caso di questa pizza con patate, speck e tanto stracchino……ma ne ho preparata anche un’altra, che ha riscosso ancora più successo, con broccoli, salame piccante e ricotta salata e che vi posterò settimana prossima! Io scappo; questo weekend mi aspetta un altro aperitivo natalizio da imbastire…….questo però, sarà più tema…..ma non vi voglio svegliare nessun particolare! Buon fine settimana ed a presto!



La ricetta della pizza, ormai collaudatissima, la trovate quiPer la farcitura:2 patate a pasta gialla di medie dimensioni
50 gr di speck tagliato sottile e a listarella
stracchino q.b.
2 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato

Stendete la pasta della pizza e lasciatela riposare ancora una mezz’ora, poi spalmate lo stracchino, disponete le patate tagliate a fettine sottilissime, unite le listarelle di speck ed infine la spolverata di parmigiano reggiano: un filo di olio completerà la pizza. Infornate a 220° per 25 minuti circa. Mangiate calda ma è ottima anche a temperatura ambiente!

Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Risotto mirtilli e porcini
29 novembre 2016
Canederli di barbabietola su letto di sedano rapa
14 novembre 2016
Crostata di mele e vaniglia
10 novembre 2016
Verdure

Fagottini di verza pizzoccherati


Non sono scomparsa, mi sono solo presa una pausa di riflessione dopo i drammatici episodi di Parigi….sinceramente ho passato una settimana “meditativa”, una settimana dai toni grigi, spenta…..e sto lentamente ritornando alla normalità, incoraggiata anche dal fatto che tutti miei amici a Parigi stanno bene, sotto choc ma bene…..




Oggi vi voglio proporre una ricetta che rivisita, alla lontana, quella dei pizzoccheri. Dico subito che non sono una fan dei pizzoccheri; li mangio una sola volta durante l’inverno, generalmente preparati da mia suocera, ma in generale li trovo troppo pesanti e difficili da digerire. Sono quindi partita dalla ricetta dei pizzoccheri, cercando di rileggerla in chiave più light: ho realizzato dei fagottini di verza il cui interno contiene il condimento dei pizzoccheri: patate, burro e formaggio casera…….il risultato mi ha pienamente soddisfatto sia come gusto che a livello di digeribilità……provateli anche voi!
Per 2 persone
4 foglie di verza
2 patate piccole
Verza q.b.
Burro salato q.b.
Formaggio casera o bitto (utilizzate un formaggio con cui solitamente si condiscono i pizzoccheri)
2 cucchiai di panna vegetale

Sbollentate per un minuto le foglie di verza; adagiatele delicatamente su di uno strofinaccio in modo che si raffreddino ma, soprattutto, che si asciughino. Nel frattempo bollite le patate,  (io in pentola a pressione l’ho fatte bollire per 2 minuti affinché rimanessero ancora un po’ durette), lasciatele raffreddare e tagliatele a cubetti. In una padella sciogliete del burro, versate le patate, rosolate ed unite il formaggio tagliato a cubetti piccoli insieme alla panna. Fate sciogliere il tutto a fuoco lento, spegnete e lasciate intiepidire. Farcite le foglie di verza, chiudendole con degli stuzzicadenti oppure con dello spago da cucina. Rosolate in padella per un paio di minuti girandoli delicatamente. Si possono mangiare da soli oppure accompagnati da una fonduta. Io li ho provati entrambi…..la fonduta, non so perché, mi si è impazzita…..sicuramente sono buonissimi con la fonduta però, in vista dei bagordi natalizi, cerchiamo di contenerci…….
Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Risotto mirtilli e porcini
29 novembre 2016
Canederli di barbabietola su letto di sedano rapa
14 novembre 2016
Crostata di mele e vaniglia
10 novembre 2016
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.