Pasta

Fettucine al pino mugo, stracchino erborinato e speck

Fettucine al pino mugo, stracchino erborinato e speck
Fettucine al pino mugo, stracchino erborinato e speck

Sono ormai lanciatissima: dopo aver sperimentato la pasta fatta di legumi, ho cominciato a provare anche delle paste che contengono al loro interno ingredienti poco comuni. E’ il caso di questa pasta dell’Alto Adige che mi è stata regalata da amici, nel cui impasto c’è il pino mugo. Anche io di primo acchito ho arricciato il naso;  l’abbinamento pasta e pino mugo mi faceva pensare al Vicks (si vi ricordate quell’unguento che le mamme ci mettevano sulle narici ai primi sintomi di raffreddore e che avevano come unico effetto non quello di curare il raffreddore ma di bruciare le mucose del naso?), ma devo riconoscere che, se abbinata bene, anche questa pasta così insolita ha il suo perché. Il profumo che emana in cottura è divino, ci si potrebbe veramente fare i fumenti: io ho osato l’accostamento con uno stracchino erborinato e lo speck in omaggio alla provenienza della pasta.

Ingredienti

  • 250 gr di tagliatelle al pino mugo

  • 60 gr di stracchino erborinato o Strachitunt D.O.P

  • 3 cucchiai di latticello

  • 3 cucchiai di parmigiano grattugiato

  • 60 gr di speck tagliato a striscioline

  • sale e pepe q.b.

Istruzioni

  • Sciogliete a bagnomaria lo stracchino, aggiungete anche il latticello in modo da ottenere una crema abbastanza liquida.

  • Tagliate a striscioline lo speck e mettetelo in un padellino sino a renderlo croccante.

  • Cuocete le fettuccine, lasciando da parte un po’ di acqua di cottura. Scolate la pasta e saltatela in padella insieme alla crema ed allo speck: un minuto basterà. Aggiungete il parmigiano grattugiato, una spolverata di pepe ed il vostro piatto “esotico” di fettuccine sarà pronto.