Pasta, Verdure

Pasta broccolo fiolaro e pepita del Piave

Pasta broccolo fiolaro e pepita del Piave

L’ho comperato ed arrivata a casa ho cominciato a cercare su internet ed ho scoperto che si tratta di una varietà di broccolo, il broccolo fiolaro di Creazzo, che ha solo le foglie….c’è anche un sito dedicato su cui scoprire tutte le proprietà di questa verdura tipicamente regionale. L’ho cucinato una prima volta e l’ho semplicemente saltato in padella con aglio/olio e peperoncino proprio come cucine le cime di rapa: il sapore è completamente diverso, assomiglia al cavolo nero ma è più delicato come sapore, mi è piaciuto moltissimo! L’ho comperato una seconda volta e sono andata a sbirciare le ricette proposte direttamente dal sito dedicato…..ho voluto provare questa pasta che prevede l’abbinamento del broccolo con la soppressa vicentina: io avevo in frigorifero un salume denominato Pepita del Piave di un piccolo salumificio veneto, ho utilizzato quello al posto della soppressa vicentina. Che dire se non che questa pasta si lascia divorare: il sapore dolce del broccolo si sposa bene con il lato forte, lievemente affumicato, del salume……buono e da rifare sempre che riesca a trovare la materia prima dal contadino!

Ingredienti

  • 250 gr. di pappardelle

  • 150 gr. di germogli di broccolo fiolaro

  • 50 gr. di Pepita del Piave o di soppressa vicentina Dop

  • 1 scalogno

  • 30 gr. di parmigiano grattugiato

  • rosmarino q.b.

  • 1/2 spicchio d'aglio facoltativo

  • olio extravergine d'oliva

  • sale q.b.

Istruzioni

  • Sbollentate per 5 minuti i getti di broccolo. Scolateli tuffandoli subito in acqua e ghiaccio.

  • Affettate sottilmente lo scalogno, tritando insieme anche il rosmarino e lo spicchio d'aglio. Fate soffriggere lo scalogno nell’olio d’oliva.  Unite i germogli di broccolo sgocciolati dall'acqua e la pepita del Piave tagliata a dadini lasciando che diventi un po’ croccante.

  • Nel frattempo cuocete la pasta, scolatela e versatela nella padella con l’intingolo. Saltate la pasta e condite con una generosa manciata di parmigiano grattugiato.