Archivio Mensile

marzo 2014

Pasta

Pasticcio di paccheri, carciofi e ricotta



Buon lunedì a tutti!
Io incomincio la settimana con uno spirito nuovo: ho fatto un piccolo intervento chirurgico che è andato bene e che mi sono lasciata alle spalle ed ho appreso nel weekend che un’amica di 44 anni sta finalmente aspettando il suo primo bambino! E sono contentissima per lei che ha passato diverse e dolorose vicissitudini e che riesce dopo tanto dolore a vedere coronato il suo sogno di diventare mamma!


E con oggi inizio una serie di ricette di primi piatti a base di verdure di stagione, approfittando del riposo forzato, mi sono scatenata nel fine settimana…..
Ingredienti
200 gr di paccheri
3 carciofi
100 gr di ricotta di mucca
3 cucchiai di parmigiano
½ mozzarella tagliata a dadini
olio evo q.b.
1 spicchio di aglio
sale q.b.
Pulite i carciofi e tagliateli finemente (non mi dilungo troppo con tutti i passaggi relativi alla corretta pulizia dei carciofi, l’ho scritto talmente tanto volte sul mio blog che oramai parto dal principio che sappiate tutti quanti pulire correttamente dei carciofi). In una padella con un filo di olio, fate dorare l’aglio e poi aggiungete i carciofi. Unite un pochino di acqua perché altrimenti si bruciano e cuoceteli a fuoco alto per una decina di minuti. Aggiustate di sale. Cuocete la pasta, scolatela quando è ancora molto al dente, mantecatela in padella con i carciofi, versate la ricotta ed il parmigiano. Mettete il tutto in una pirofila ed infornate a 180° per 20 minuti circa, tirate fuori dal forno, aggiungete la mozzarella tagliata a dadini, infornate nuovamente per altri 5 minuti. Lasciate raffreddare qualche minuto prima di consumare.
Lascia un commento goloso
Carne

Filetto di maiale all’aceto balsamico e cipolline borrettane


Dopo questa affermazione saranno in molti a detestarmi, ma meno male che nel weekend è arrivata la pioggia a ripulire un po’ l’aria satura di pollini. La Nanetta, seguendo le orme dei genitori, entrambi allergici ed entrambi asmatici, ha avuto la settimana scorsa il suo primo attacco di allergia, che ci ha costretti ad una visita non programmata al Pronto Soccorso.



Dopo un trattamento d’urto a base di cortisone, ora sta decisamente meglio ma il fatto che abbia piovuto ha contributo a migliorare la sua situazione. E nonostante l’allergia, il Cucciolo di casa ha disputato ieri la sua prima gara di ginnastica ritmica: la sua squadra è risultata seconda e si è vista consegnare una bella coppa……e da ieri pomeriggio ha deciso, quindi, di vivere in simbiosi con la coppa: se l’è portata a fare il bagno, a tavola ieri sera, sul water mentre era in tutt’altre faccende affaccendata, ed infine a letto…………è troppo tenera con questa sua coppetta e l’aria soddisfatta che le si legge in faccia!
Ingredienti per 4 persone
450 gr di filetto di maiale
200 gr di cipolline Borrettane
1 cipolla di Tropea
aceto balsamico q.b.
olio evo q.b.
1 cucchiaio di zucchero
sale e pepe q.b.


Pulite le cipolline borrettane, affettate sottilmente la cipolla di Tropea. In una padella scaldate un po’ di olio ed unite le cipolle facendole cuocere a fuoco lentissimo. Aggiungete un goccio di acqua se vedete che le cipolline cominciano a seccarsi troppo. Dopo 4-5 minuti, aggiungete tre cucchiai di aceto balsamico, lo zucchero: le cipolle dovranno cuocere per mezz’ora circa. Si dovrà creare una sorta di salsina dal colore scuro: aggiustate di sale e di pepe. Nel frattempo prendete il filetto di maiale intero cospargetelo di olio e cuocetelo a fuoco svelto avendo cura di girarlo su entrambi i lati per 2-3minuti. Poi adagiatelo in una teglia, aggiungete un filo di olio e del sale grosso e mettetelo in forno dove cuocerà a 200° per 15 minuti circa. Tiratelo fuori dal forno, lasciatelo raffreddare un paio di minuti e poi affettatelo. Cospargete le fettine di filetto con la salsa alle cipolle.
1 Commento goloso
Pasta

Tagliolini radicchio, robiola e pecorino



Eccomi con una delle ultime ricette dal sapore e dagli ingredienti tipicamente invernali. Dopo lo splendido fine settimana, posso affermare che la primavera è finalmente arrivata. Si, i soliti guastafeste diranno che questa settimana è in arrivo una nuova perturbazione che porterà pioggia e calo termico in tutta Italia, ma non penso che durerà molto e non potrà di certo scalzare la primavera! 


Noi ieri ne abbiamo approfittato per fare un giro al mercato di Melegnano che ha un’antica tradizione di mercato domenicale: abbiamo comperato pani e dolci della Valtellina, carciofi a volontà,  fragole candonga della Basilicata e olive di tutti i tipi! Anche la piccola di casa ha trovato il suo divertimento ascoltando la banda del paese……e nel pomeriggio ci siamo dedicati al giardinaggio: rinvaso di gerani, travaso di una pianta di arance e messa a terra dei ciclamini…..insomma una giornata ben impegnata!Buona settimana a tutti!
Ingredienti
250 gr di tagliolini all’uovo1 basco di radicchio (utilizzate quello che riuscite a trovare, oramai comincia a scarseggiare)60 gr di robiola3 cucchiai di pecorinoOlio evo q.b.1 scalognoSale q.b.

Pulite il radicchio, affettatelo sottilmente e fatelo appassire in una padella con un filo d’olio, dove avrete precedentemente rosolato lo scalogno. Mettete il radicchio nel frullatore, unite la robiola (se non vi piace il sapore della robiola, potete utilizzare Philadelphia) ed il pecorino, aggiustando eventualmente di sale. Cuocete la pasta, lasciate da una parte un po’ di acqua di cottura (potrebbe servirvi se i tagliolini dovessero risultare troppo asciutti). Condite la pasta con questa crema saporita e mangiate calda.
6 Commenti golosi
Articoli Correlati
Spaghettoni alla puttanesca…di mare
9 maggio 2017
Insalata di barbabietola, patate e pancetta
14 aprile 2017
Riso alla cantonese
14 aprile 2017
Dolci

Muffin alle bacche di Goji e nocciole




Le medicine alternative mi hanno interessato da sempre. Sono fermamente convinta che, per la cura di alcune malattie e di alcuni sintomi, i rimedi alternativi siano più efficaci di quelli tradizionali. Pratico l’agopuntura da oltre 10 anni con ottimi risultati. Ho fatto shiatsu. Somministro alla piccola di casa medicinali omeopatici sin da quando aveva le coliche e mi sono sempre trovata bene…..





ultimamente questo mio interesse verso tutto ciò che cura il corpo e la mente in maniera dolce è cresciuto. All’inizio dell’inverno ho comperato le bacche di Goji e, su consiglio dell’erborista, ho fatto una cura di prevenzione che, devo dire, ha funzionato perfettamente. Facendo gli opportuni scongiuri, ho passato l’inverno  al riparo da febbre, raffreddore e mal di gola: ora saranno state le bacche di Goji, sarà stato un clima particolarmente mite, fatto è che io sono la sola in casa a non aver fatto l’aerosol, a non aver preso il tachiflu, a non aver passato notti insonni a causa del raffreddore. 
Dopo la cura preventiva a base di bacche di Goji, avevo una piccola quantità di bacche che mi erano rimaste ed ho deciso di utilizzarle per realizzare dei deliziosi muffin con cui fare colazione. Visto che la ricetta è di mia invenzione, ho impiegato un po’ di volte per metterla a punto, cercando di  dosare al meglio gli ingredienti. 
Ho utilizzato la ricotta al posto del burro, ho aggiunto le nocciole che bilanciano il sapore aspro ed acidulo delle bacche e, al posto dello zucchero, ho usato in gran parte lo sciroppo d’acero, e, per finire, della farina manitoba. Io ho apprezzato moltissimo fare colazione con questi muffin, morbidi, morbidi; provateli anche voi!
Ingredienti per 6 muffin140 gr di farina manitoba130 gr di ricotta vaccina30 ml di latte soia20 ml di olio evo2 cucchiai di nocciole2 cucchiai di bacche di Goji+ succo di frutti rossi 1 bustina di lievito per dolci2 uova40 gr di sciroppo d’acero30 gr di zucchero
Fate macerare le bacche di Goji nel succo di frutti rossi. In un’insalatiera mescolate bene la farina, la ricotta, lo zucchero, lo sciroppo d’acero, la farina, il latte di soia e l’olio. Incorporate le uova una ad una ed il lievito, per finire aggiungete le bacche di Goji e le nocciole. Amalgamate bene il tutto.
Mettete il composto negli stampi da muffin, infornate a 180° per 20 minuti circa. Lasciate raffreddare prima di togliere dagli stampi.
1 Commento goloso
Articoli Correlati
Crostata di lamponi e crema ai pistacchi
2 maggio 2017
Cake con mandarini canditi e gocce di cioccolata fondente
27 dicembre 2016
Alberello di Natale al profumo di spezie
19 dicembre 2016
Pasta

Orecchiette con crema di cavolfiori e gorgonzola


A casa nostra in questo momento c’è la MasterChef mania……questo format televisivo non ha solo appassionato l’uomo di casa ma è riuscito anche a coinvolgere la Nanetta che preferisce il “film” di Masterchef a quelli della Walt Disney…..ed ho detto tutto…. 

L’unica a non essere contagiata da questo pericoloso virus sono io, che osservo con un certo stupore il modo in cui una semplice trasmissione televisiva possa influenzare i comportamenti dell’uomo. La Nanetta ha già detto che lo chef con i capelli ricci e “alti” non gli piace perché è troppo severo, riferendosi naturalmente a Cracco…..per fortuna che questa settimana ci sarà la finale di MasterChef ed archivieremo anche questa momentanea passione….ma il cucciolo di casa ha scoperto quest’inverno un’altra passione che non risulta essere momentanea, i cavolfiori: incredibile a dirsi ma li adora, li mangia cotti al vapore o bolliti senza nessun tipo di condimento…..ed io dall’inizio dell’inverno non faccio altro che comperare cavolfiori in quantità industriali. La settimana scorsa per variare un po’ dal trito e ritrito cavolfiore bollito, ho preparato questa ricetta con delle orecchiette fresche ed una cremina di gorgonzola che ben si sposa con il sapore delicato del cavolfiore. Provatele!
300 gr di orecchiette fresche150 gr di cavolfiore bollito50 gr di gorgonzola 50 gr di philadelphiaParmigiano grattato q.b.
Sbollentate il cavolfiore nell’acqua salata. Prendete 150 gr di cavolfiore, mettetelo nel frullatore insieme al gorgonzola e philadelphia. Mixate bene il tutto, se il composto risulta troppo compatto, potete aggiungere un goccio di latte caldo sino ad ottenere una crema abbastanza densa. Cuocete le orecchiette e conditele con questa crema, aggiungendo, se volete, anche del parmigiano, servite calde.

3 Commenti golosi
Articoli Correlati
Spaghettoni alla puttanesca…di mare
9 maggio 2017
Insalata di barbabietola, patate e pancetta
14 aprile 2017
Riso alla cantonese
14 aprile 2017
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.