Archivio Mensile

settembre 2013

Pasta

Maltagliati con sugo ai fagioli



Anche se un po’ acciacatelli, siamo finalmente arrivati a fine settembre. Ci siamo lasciati alle spalle un mese ricco di impegni e denso di emozioni: abbiamo festeggiato con gli amici ed il parentado i 4 anni del nostro Cucciolo gigante ed il nostro primo anniversario di matrimonio con un bel weekend a due sulle colline dell’Astigiano. 



Abbiamo fatto visite dall’oculista e dal dentista,  analisi del sangue, abbiamo avuto il tempo di buscarci anche un bel raffreddore e di iscrivere ufficialmente la Nanetta a ginnastica (per lei non è ginnastica ma danza ;-))) ed al dopo asilo…..ed ora non mi resta che rilassarmi un po’ scrivendo questo post e pensando alle prossime ricette che metterò in cantiere nel mese di ottobre.
Intanto vi propongo questa ricetta provata recentemente con i fagioli freschi dell’orto, una ricetta ancora sinonimo di estate e di caldo.250 gr di maltagliati oppure di lasagne secche
200 gr di fagioli freschi o congelati oppure in lattina
200 gr di passata pomodoro
2 cucchiaini di semi di finocchio
1 spicchio di aglio
olio evo q.b.
un pizzico di peperoncino
pecorino q.b.
sale e pepe q.b.
In una padella con poco olio, fate rosolare l’aglio aggiungete poi la passata di pomodoro e lasciate cuocere per 5 minuti. Unite il peperoncino, i fagioli freschi che avrete precedentemente cotto in acqua, continuate la cottura per altri 5 minuti, aggiustate di sale e di pepe ed unite al tutto i semi di finocchio.Nel frattempo cuocete i maltagliati. Io ho usato dei maltagliati secchi all’uovo di Campofilone, nel caso in cui non doveste trovare i maltagliati non perdetevi d’animo! Potete sempre utilizzare dei fogli di pasta secca con cui normalmente si fanno le lasagne, romperli in maniera grossolana e cuocerli come fosse una pasta qualsiasi. Conditi i maltagliati con il sugo ai fagioli e cospargete con una generosa manciata di pecorino.

1 Commento goloso
Articoli Correlati
Manzo all’olio
11 dicembre 2017
Fettuccelle di farina di lenticchie, pomodoro e briciole di cotechino
7 dicembre 2017
Focaccia con gorgonzola e radicchio saltato
5 dicembre 2017
Antipasti

Cake pomodori secchi, mozzarella e mandorle




Adoro il mese di settembre ma lo trovo terribilmente pesante. Lo adoro perché  settembre ci porta dolcemente all’autunno che è la stagione dell’anno che preferisco per i suoi colori, per le sue luci e per i suoi sapori….

…..al tempo stesso, però, lo trovo pesante, perché ci sono mille impegni, mille riunioni, mille visite da fare, mille scadenze e spesso, a malincuore, non riesco a trovare il tempo per fermarmi a pensare, a guardare dentro e fuori di me, ad avvolgere con il mio sguardo le persone che più amo…..e quindi oggi che sto a casa, che non lavoro, ho deciso di concedere del tempo a me stessa, alla riflessione, al benessere del corpo e della mente…..A voi offro questa ricetta di cake salato che contiene tutto il sapore ed i colori dell’estate ormai finita.
Buona settimana!
Ingredienti3 uova200 gr di farina1 bustina di lievito per salati5 cl di olio d’oliva12 cl di latte150 gr di mozzarella tagliata a dadini50 gr di parmigiano grattato150 gr di pomodori secchi1 cucchiaio di mandorle sfilettateQualche foglia di basilicoSale e pepe q.b.
Tagliate i pomodori secchi. In una terrina mescolate la farina ed il lievito. Aggiungete le uova una ad una, poi il latte e l’olio d’oliva. Amalgamate bene il tutto, unendo i pomodori secchi, la mozzarella, il parmigiano grattugiato e le mandorle sfilettate. Versate la pasta in uno stampo per cake. Cuocete a 170° per 45 minuti circa. Lasciate raffreddare prima di servire tiepido o freddo.

2 Commenti golosi
Articoli Correlati
Manzo all’olio
11 dicembre 2017
Fettuccelle di farina di lenticchie, pomodoro e briciole di cotechino
7 dicembre 2017
Focaccia con gorgonzola e radicchio saltato
5 dicembre 2017
Antipasti

Involtini di melanzane con ripieno di pecorino



Genitori che vivete a Milano e dintorni non disperate: è in libreria una utilissima guida alla Milano family friendly con ben 230 indirizzi per vivere bene in città con i propri figli, Milano formato famiglia
Tra le novità dell’edizione 2013, le proiezioni domenicali, gratuite per i bambini, organizzate dalla Fondazione Cineteca Italiana che permettono alle mamme e ai papà di stare con i propri bimbi senza rinunciare del tutto ai film in prima visione. Non mancano le attività pensate per i papà e pargoli, come i laboratori ludici, di cucina o disegno organizzati da Altrotempo. La guida contiene anche un itinerario per scoprire gli animali a Milano, le biblioteche più accoglienti con i piccoli, e le cascine per organizzare gite, feste o semplici pomeriggi a misura di bimbo. I genitori scopriranno anche come prelevare al bancomat senza dover scendere dall’auto, fare yoga con il pargolo, organizzargli una festa di compleanno a impatto zero, o avvicinarlo all’arte in modo ludico. E grazie agli indici tematici, trovate comodamente tutti i servizi suddivisi per quartiere e per zona.

Ee ora eccovi la ricetta di oggi, anche questa preparata con le melanzane dell’orto.

Ingredienti per due persone:1 melanzana lunga 1 uovo100 gr di pangrattato 50 gr di gherigli di noceQualche foglia di basilicoScaglie di pecorino romano q.b.olio per friggere q.b.sale q.b.
Tritate i gherigli di noce e mescolateli in un piatto con il pangrattato. Lavate le melanzane, eliminate il picciolo e tagliatele a fette, nel senso della lunghezza. Immergetele nell’uovo sbattuto con un pizzico di sale e poi passatele nel composto di noci e pangrattato. 
Friggetele in una padella con l’olio ben caldo finché saranno dorate e mettetele a sgocciolare su carta assorbente. Pulite le foglie di basilico. Tagliate a tocchetti il pecorino. Farcite ciascuna fetta di melanzana con 2 foglie di basilico e un pezzetto di formaggio e arrotolatela ad involtino, chiudendola con uno stecchino. Sistemate gli involtini su un piatto da portata, decorate e servite. 
Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Polpette di ceci con ripieno di gorgonzola
13 novembre 2017
Pancake salati broccoli e porri
6 novembre 2017
Torta rustica zucca e gorgonzola
25 ottobre 2017
Pasta

Scampoli d’estate in tavola…..



Anche se le temperature insolitamente alte dell’ultima settimana ci hanno regalato l’illusione di un’estate senza fine, l’autunno è oramai alle porte e le previsioni del tempo per questa settimane che è appena iniziata non lasciano spazi al dubbio: almeno al Nord avremo un assaggio di autunno. 
E nel weekend appena trascorso ho cucinato ancora le verdure estive dell’orto ed ho improvvisato questa pasta che sto per proporvi e che è piaciuta moltissimo all’Uomo Goloso, ufficialmente a dieta, e alla Nanetta. E a tutte le mamme che sono appena rientrate dalle vacanze e che già sognano le prossime, consiglio la lettura di questo libro, che è più una guida che un libro, scritto dalla giornalista Carlotta Jesi ed edito da Terre di Mezzo: Sono andata in vacanza con i figli e sono tornata viva. Si tratta di una guida utile, ma scritta in tono ironico, per godersi le meritate vacanze coi pargoli al seguito. Sfogliando questa pratica guida si scopre che è possibile viaggiare con i bambini e lo si può fare con soddisfazione di tutta la famiglia. Partite in auto, treno, pullman, aereo o in bici, per mete vicine o lontane. Dormite in tenda, in ostello o perfino in una stalla….ed avrete anche modo di riposarvi perché il ritmo lo dettano i nostri piccoli, ma in più avrete l’occasione di far scoprire il mondo e le culture diverse ai vostri figli.Basta! Per un lunedì mi sono già dilungata troppo.
Ingredienti per 2 adulti + Nanetta250 gr di spaghetti
2 spicchi di aglio
5-6 acciughe sott’olio
350 gr di pomodorini Pachino
2 cucchiai di pinoli
olio evo q.b.
ricotta salata q.b.
un pizzico di zucchero
sale q.b.

In una padella scaldate l’olio e fate dorare gli spicchi di aglio schiacciati. Togliete l’aglio dal fuoco ed aggiungete le acciughe lasciandole cuocere a fuoco bassissimo per 3-4 minuti sino a quando non si saranno sciolte. Unite i pinoli e, dopo un paio di minuti, i pomodorini tagliati a metà: lasciateli cuocere per 5-6 minuti circa; potete aggiungere un pizzico di zucchero per “addolcire” i pomodorini. Nel frattempo cuocete la pasta, scolatela e conditela nella padella con questo sughetto, aggiustate di sale e condite con una generosa manciata di ricotta salata. Buona settimana a tutti!

Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Manzo all’olio
11 dicembre 2017
Fettuccelle di farina di lenticchie, pomodoro e briciole di cotechino
7 dicembre 2017
Focaccia con gorgonzola e radicchio saltato
5 dicembre 2017
Pesce

Suprema di baccalà con fave, olive e pinoli


Buongiorno e bentrovati a tutti! Eccomi di nuovo a scrivere qualcosa sul mio blog dopo quasi un mese di latitanza! Come sono andate le vostre vacanze? Cosa avete fatto di bello? Noi tre siamo andati in Portogallo a trovare dei nostri amici portoghesi che durante l’anno vivono a Parigi ma che d’estate fanno ritorno nel loro paese d’origine. La visita ai nostri amici è stata in realtà il pretesto per girare il Portogallo: io ci sono stata diverse volte ma per l’Uomo Goloso si trattava della prima volta. 





Ci siamo divertiti a girare sul tram giallo n. 28 a Lisbona; abbiamo scoperto la fortezza dei cavalieri Templari a Tomar; abbiamo passeggiato sulle spiagge dorate e lunghissime dell’Atlantico; ci siamo fermati, incantati, a vedere i surfesti che non si stancano mai di cavalcare le altissime onde dell’Oceano; abbiamo partecipato ai festeggiamenti locali per celebrare Nostra Sehnora de Agonia e, in tutto questo, siamo anche riusciti a trovare il tempo per mangiare bacalhau in quantità industriale! E dopo due settimane di vita nomade e senza regole eccoci nuovamente rientrati alla base: io e l’Uomo Goloso abbiamo ripreso il lavoro già la scorsa settimana mentre la Nanetta farà la rentrée de classes giovedì prossimo.
In omaggio alle deliziose ricette a base di baccalà gustate in Portogallo, oggi vi propongo io un modo inedito di gustare il baccalà: si tratta di una ricetta che avevo sperimentato qualche mese fa ma che non avevo ancora postato.
Buona settimana a tutti!
Ingredienti:
due filetti di baccalà fresco200 gr di fave fresche1 scalognoUn cucchiaio di olive di Gaeta oppure taggiascheUn cucchiaio di pinoliOlio evo q.b.Sale e pepe q.b.

In una padella scaldate un filo d’olio e lasciate dorare lo scalogno che avrete tagliato a lamelle sottili. Unite le fave fresche e lasciatele cuocere per 5-6 minuti; aggiungete le olive taggiasche ed i pinoli. Nel frattempo scottate appena il baccalà. Poi terminate la cottura del pesce insieme alle fave, ai pinoli ed alle olive. Aggiustate di sale e pepe. Servite caldo.
2 Commenti golosi
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.