Archivio Mensile

agosto 2012

Verdure

Zucchine filanti……..



Ormai l’avrete capito da soli, vista la quantità di ricette presenti sul mio blog a base di questo ortaggio: io adoro le zucchine ed ogni estate mi diverto a sperimentare nuove ricette.In preparazione
Quest’anno ho voluto preparare una variazione sul tema del classico Tian provençal che vi avevo proposto lo scorso anno: rispetto alla ricetta originale ho eliminato la cipolla e le melanzane ed ho aggiunto la mozzarella tagliata a fettine sottili. Ne è nato un piatto che è una via di mezzo tra la più nostrana parmigiana ed il francese tian: io l’ho apprezzato molto e, a sorpresa, è piaciuto anche alla Nanetta che ha gradito il connubio zucchine-mozzarella.


Ingredienti per due piccole teglie come quelle che vedete nelle foto: 1 zucchina romanesca di media grandezzaPomodori pachino o datterini q.b.125 gr di mozzarella 1 cucchiaio di pangrattato1 cucchiaio di parmigiano grattugiatoOlio evo q.b.Sale e pepe q.b.Tagliare a fettine sottili la mozzarella, affettare a rondelle la zucchina e tagliare in due i pomodori. In una pirofila, disporre nel senso verticale una rondella di zucchina, una fettina di mozzarella e la metà del pomodoro. Mescolare il pangrattato con il parmigiano. Cospargere il tutto con sale e pepe, un filo di olio ed il pangrattato-parmigiano. Infornare a 180° per 35 minuti circa e poi passare al grill per 10 minuti ancora.

4 Commenti golosi
Articoli Correlati
Frittelle di piselli, pecorino e menta
17 febbraio 2017
Risotto castagne, porcini e pancetta croccante
17 gennaio 2017
Tagliolini al salmone con porri e scorza di limone
2 gennaio 2017
Antipasti

Crema di melanzane, parmigiano e basilico



Dopo un’estate decisamente torrida, scandita da anticicloni dai nomi a dir poco infernali, il caldo, almeno qui al nord, sembra volerci concedere qualche giorno di tregua…in realtà ci stiamo avviando lentamente verso l’autunno, la stagione che preferisco in senso assoluto. Le giornate si sono sensibilmente accorciate, al mattino c’è luce molto più tardi ed i colori stanno piano piano cambiando; in attesa però dell’arrivo dell’autunno, siamo ancora in tempo per goderci un aperitivo in terrazza. Perché allora non concedersi un piccolo piacere preparando questa mousse di melanzane dal sapore ancora tipicamente estivo?  Io la adoro ed in casa non solo la sola ;-))))
 2 melanzane lunghe1 cucchiaio di ricotta di mucca3 cucchiai di parmigiano grattugiatoUn filo di olio evoBasilico e/o menta q.b.Sale e pepe q.b.Lavate le melanzane, incidetele e fatele bollire in acqua salata: dovranno risultare molli. Scolatele, privatele della buccia e mettetele nel frullatore con la ricotta, il parmigiano, l’olio, il sale ed il pepe: frullate bene il composto sino ad ottenere una crema. Assaggiatela e aggiustate eventualmente di sale e pepe. Lasciate riposare in frigo per 4 ore almeno, tiratela fuori dal frigorifero mezz’ora prima di consumarla: è ottima spalmata su del pane alle olive.
Buon aperitivo!
3 Commenti golosi
Articoli Correlati
Polpette di verza con cuore fondente di provolone molisano
7 marzo 2017
Polpette di tonno fresco con pesto di finocchietto
20 febbraio 2017
Frittelle di piselli, pecorino e menta
17 febbraio 2017
News

Il paradiso può attendere……




Buongiorno a tutti e ben ritrovati dopo la pausa estiva! Come sono andate le vostre vacanze?
Le mie vacanze sono state all’insegna del riposo e del dolce far niente: siamo andati al mare con la Nanetta che quest’anno sembra essersi definitivamente riconciliata con il mare ed ha passato le sue giornate in acqua; sono stata lontanissima dai fornelli, salvo qualche rara eccezione; mi sono concessa un break dai preparativi del matrimonio ed ho trovato anche il tempo di fare una capatina in campagna.La Nanetta alle prese con i pesci della fontana……poverini!






Le foto che vedete sono quelle di un posto paradisiaco che si trova ad una quarantina di km da Roma, la TenutaColfiorito a  Castel Madama che è il paese di origine di mio papà.

Si tratta di una tenuta immersa in un oliveto di alberi secolari, adagiati su di una collina. La tenuta offre la possibilità di alloggiare, produce olio da agricoltura biologica, vino con uve laziali e tante altre squisitezze locali. Bello vero? Non è il paradiso ma ci si avvicina molto!


Per oggi nessuna ricetta da proporvi, vorrei soltanto augurarvi un buon rientro: appuntamento a domani per la prima ricetta del dopo rientro ed il racconto dei preparativi del matrimonio. Ciao, ciao!



2 Commenti golosi
Insalate

Insalata con trevisana, zucchine grigliate e cotto


Yesssss! Finalmente sono in ferie, ho recuperato la Nanetta terribile ma adorata e sto assaporando i piaceri di un pre-viaggio di nozze. Domenica, giornata da bollino rosso, siamo scesi a Roma ed abbiamo ritrovato il nostro cucciolo gigante che era, come noi del resto, in crisi di astinenza da mamma e papà. Passeremo le vacanze in famiglia: un po’ a Roma, un po’ vicino Roma, nella casetta di campagna dei miei, un po’ da amici sparsi ovunque sul litorale laziale. Le nostre saranno vacanze all’insegna della spending review: il nostro  budget per l’anno corrente è stato completamente destinato al matrimonio e quindi, almeno per quest’anno, le vacanze, come per tanti milioni di italiani, saranno low cost…..ma non mi lamento, anzi, sono contenta di potermi posare e riposare un pochino, di assaporare le tante iniziative proposte dall’estate romana e di fare un tuffo nelle acque del mare Tirreno.
E prima della pausa estiva, vi lascio con una ricettina che con questo quinto anticiclone rovente, ci sta tutta.½ basco di insalata trevisana1 zucchina media7/8 fette di prosciutto cottoOlio evo q.b.Il succo di ½ limoneMaggiorana q.b.Sale q.b.  Tagliate a listarelle l’insalata trevisana. Tagliate a fettine le zucchine, grigliatele e salatele. In una ciotola, preparate un’emulsione con olio, limone, sale.Disponete l’insalata, poi il prosciutto cotto ed, infine, le zucchine grigliate. Versate l’emulsione sopra l’insalata, cospargete di foglie di maggiorana e servite in tavola.Buone vacanze a tutti! Io ed il mio blog ci concediamo qualche settimana di assoluto riposo prima della rentrée ma, soprattutto, prima del mio matrimonio a fine settembre.Vi abbraccio tutti!A presto,Serena aka Quaderni Golosi
3 Commenti golosi
Articoli Correlati
Insalata di barbabietola, patate e pancetta
14 aprile 2017
Insalata di farro con pesto di barbabietola e ricotta salata
4 aprile 2017
Insalata finocchi, pere e pecorino
2 marzo 2017
Verdure

Zucchine “spagnole” con ripieno cremoso di patate




L’anno scorso ho convinto mio suocero a piantare nell’orto le zucchine romanesche; quest’anno oltre alle romanesche, ho comperato i semi delle zucchine spagnole…..ma cosa sono queste zucchine spagnole?
In realtà si tratta delle zucchine tonde che io chiamo spagnole perché quando vivevo in Francia le zucchine tonde erano solo di provenienza spagnola e da allora le chiamo così. A me piacciono molto perché sono dolcissime, sono deliziose fritte nell’olio senza pastella e senza farina, ma sono ancora più buone ripiene. Ed io, che sono nella mia fase vegetariana, non potevo prepararle con un ripieno di carne ed ho optato allora per un ripieno cremoso e soffice a base di patate.


Per due persone3 zucchine tonde grandi1 patata grande3 sottilette cremose Kraft3 cucchiai di pangrattato 1 cucchiaio di parmigiano grattatoOlio evo q.b.Sale e pepe q.b. 
Fate bollire la patata, poi schiacciatela. Tagliate a metà le zucchine, scavate la polpa e sminuzzatela. In una padella, scaldate un poco di olio e fate rosolare la polpa delle zucchine e la patata schiacciata, aggiustate di sale e di pepe. Mettete l’intingolo nel frullatore, unite il pangrattato ed il parmigiano e frullate il tutto sino ad ottenere una crema. A questo punto io mi sono mossa in due direzioni: ho bollito per 5 minuti una zucchina intera, l’ho lasciata raffreddare e poi ho messo su fondo della zucchina la sottiletta e sopra il ripieno. Le altre due zucchine, invece, le ho direttamente farcite nel solito modo ma senza pre-cuocerle. Ho messo tutto in forno per mezz’ora-40 minuti a 160°. Le ho lasciate raffreddare per 5 minuti e poi ho mangiato queste zucchine dal ripieno fondente. L’Uomo Goloso ha trovato più di suo gradimento le zucchine non precotte perché conservano quel lato croccante che invece le zucchine pre-cotte inevitabilmente perdono.  Io ho trovato gustose entrambe le versioni con quel ripieno morbido e saporito al tempo stesso e sono buonissime anche mangiate l’indomani.

5 Commenti golosi
Articoli Correlati
Frittelle di piselli, pecorino e menta
17 febbraio 2017
Risotto castagne, porcini e pancetta croccante
17 gennaio 2017
Tagliolini al salmone con porri e scorza di limone
2 gennaio 2017
Libri

Esperimenti pop-up in cucina!


In questo coloratissimo libro pop up (Editoriale Scienza), la scienza la fa da padrona anche tra i fornelli grazie a sei esperimenti di sicura riuscita che trasformeranno la vostra cucina in un laboratorio chimico-gastronomico!
Il succo del cavolo rosso cambia colore: è forse una magia? No si tratta semplicemente di una reazione  chimica! I bicchieri del servizio buono della mamma si trasformano in un’orchestra: provate per credere purché non li rompiate! I chicchi d’uva vanno a lezione di nuoto ed imparano a galleggiare, mentre delle tostissime uova soda rimbalzano senza rompersi…….
Insomma si tratta di un libro che con poche ma chiare istruzioni, stimolano la curiosità di grandi e piccini e forniscono spiegazioni semplici per capire con quale principio naturale stiamo giocando.
Io mi sono divertita un mondo con la gagaplocia! Provate anche voi: vi occorrerà una bacinella di plastica, dell’amido (poco importa se sia di patate, di riso oppure di mais), un bicchiere, un cucchiaio di legno ed un colorante per alimenti se volete colorare la votra gagaplocia. Versate un bicchiere di acqua nella bacinella, aggiungete un po’ alla volta due bicchieri di amido, mescolate bene e scoprite cosa succede al vostro intruglio. E’ liquido oppure solido, provate a giocarci come se fosse plastilina! E se lo colpite con il cucchiaio cosa succede?
E’ incredibile come si può giocare  al piccolo chimico rimanendo tra le 4 mura della vostra cucina.  Io l’ho trovato divertentissimo ed istruttivo al tempo stesso e penso proprio che al ritorno dalle vacanze, lo proporrò anche alla Nanetta, il libro, infatti, è indicato per bambini dai 3 anni in su.



Lascia un commento goloso
Articoli Correlati
Insalata di barbabietola, patate e pancetta
14 aprile 2017
Riso alla cantonese
14 aprile 2017
Spaghetti alla chitarra con ragù di lampuga
27 marzo 2017
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.