Pasta

Mafalde con sugo di bresaola e castagne


A Roma c’è -3, a Milano nevica, insomma mi par di capire che tutta l’Italia sia sotto la morsa del gelo, e quindi oggi una ricetta un po’ carica ci sta tutta; una ricetta che è sicuramente un omaggio ai nostri vicini della Valtellina visto che sono loro ad avere “inventato” ed esportato nel mondo questo salume che è sicuramente tra quelli con il minor contenuto di grassi proprio per le carni utilizzate e per il metodo di stagionatura.

 

Ingredienti

  • 200 gr di mafalde corte (io utilizzo sempre quelle a marchio Garofalo ma immagino che esistano anche altre marche)
  • 1 scatola di pomodori a pezzettoni
  • 100 gr di bresaola (fatevi tagliare una grossa fetta dal salumiere)
  • 100 gr di castagne bollite (nei supermercati vendono le castagne già bollite sottovuoto da utilizzare per le insalate, come snack, insomma sono pratiche e già pronte)
  • ½ cipolla
  • spruzzata di vino rosso
  • olio
  • sale
  • pepe

Istruzioni

  • Sminuzzate finemente la bresaola e le castagne, utilizzando eventualmente anche il mixer, tagliate la cipolla.
  • In una casseruola, mettete dell’olio e unite poi la cipolla, quando comincia ad essere dorata, aggiungete la bresaola sfumandola con una spruzzata di vino rosso.
  • Lasciate che l’alcool contenuto nel vino evapori e poi aggiungete le castagne, fate andare qualche minuto.
  • Alla fine versate la polpa di pomodoro e lasciate cuocere a fuoco medio per 10-15 minuti.
  • Aggiustate di sale e di pepe.
  • Nel frattempo avrete messo a bollire la pasta, scolate, condite con il sugo e mettete del parmigiano reggiano.
  • Con un bicchiere di vino rosso corposo, sta benissimo.
  • Vista l’ora, prevedete anche un riposino pomeridiano.